Crisi Idrica
Crisi Idrica
Territorio

Canosa: La crisi idrica è motivo di profonda preoccupazione

Il sindaco Malcangio scrive al presidente Emiliano, all’assessore Pentassuglia, al prefetto D’Agostino e al commissario del Consorzio Ferraro

«La crisi idrica che in questo periodo, nostro malgrado, investe in modo allarmante la mia Comunità, in particolare il territorio di Loconia, è motivo di profonda preoccupazione. Come Sindaco – afferma il primo cittadino di Canosa di Puglia - avverto il peso di una difficile ed oltremodo complessa situazione che, se non affrontata sinergicamente e con tempestività, potrebbe assumere esiti inimmaginabili nel Territorio della nostra Canosa e nei territori limitrofi, anche per effetto dei ritardi accumulati nel corso degli ultimi decenni in termini di programmazione, prevenzione e realizzazione di nuove ed adeguate politiche di approvvigionamento. Rischierei, inoltre, di essere banale se volessi sottolinearVi l'importanza dell'acqua, quale bene primario, per la vita delle persone e per determinati settori strategici della nostra già fragile economia, mi riferisco all'agricoltura, per non parlare delle ricadute negative conseguenti in altri ambiti dell'economia del mio Paese. La situazione è fonte di enorme disagio per l'intera comunità agricola che potrebbe sfociare in forme di ribellione dettate dal perseverare di tale situazione. Vista l'entità della crisi idrica che sta colpendo il nostro territorio e considerate le crescenti difficoltà di approvvigionamento dell'acqua, con l'occasione ritengo opportuno – conclude il Sindaco Malcangio - segnalarVi la necessità che si intervenga nell'immediato al fine di evitare sia ripercussione sull'andamento della campagna frutticola in corso che vitivinicola prossima. Altresì chiedo un celere intervento al fine di evitare agitazioni da parte della categoria già pesantemente colpita negli ultimi anni».
  • Emiliano
  • Siccità
  • Sindaco Malcangio
Altri contenuti a tema
Consiglio Regionale Puglia: “Respinto definitivamente il Trattamento di Fine Mandato” Consiglio Regionale Puglia: “Respinto definitivamente il Trattamento di Fine Mandato” Grande soddisfazione di Emiliano
Autonomia differenziata: La Regione Puglia dice "sì" al referendum abrogativo Autonomia differenziata: La Regione Puglia dice "sì" al referendum abrogativo La  dichiarazione del  presidente della Regione Puglia Michele Emiliano
Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Antonio Decaro, presidente della commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare al Parlamento Europeo Coldiretti Puglia: "Buon lavoro!"
Crisi idrica Canosa-Loconia: Incontro positivo in Prefettura Crisi idrica Canosa-Loconia: Incontro positivo in Prefettura Esaminate e condivise le soluzioni tecniche rappresentate dagli enti preposti
Cinghiali distruggono vigneti e impianti di irrigazione Cinghiali distruggono vigneti e impianti di irrigazione Siccità  e  incendi stanno causando danni enormi alla fauna in fuga dagli ecosistemi distrutti dai roghi o infruttuosi per le alte temperature
La Regione Puglia tutela le differenze e contrasta le discriminazioni  La Regione Puglia tutela le differenze e contrasta le discriminazioni  Promulgata la legge regionale n. 24/2024
Siccità: si aggrava l’emergenza idrica nell'agro di Loconia Siccità: si aggrava l’emergenza idrica nell'agro di Loconia Una delegazione di agricoltori è stata ricevuta in Prefettura
Il Fascicolo Sanitario Elettronico : La sfida ora è farlo diventare il compagno di lavoro virtuale di tutti i medici Il Fascicolo Sanitario Elettronico : La sfida ora è farlo diventare il compagno di lavoro virtuale di tutti i medici Emiliano al Convegno al castello svevo di Bari
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.