Botti fuochi pirotecnici
Botti fuochi pirotecnici
Cronaca

A capodanno #festeggiainsicurezza

La Polizia di Stato è in prima linea anche per la prevenzione

La tradizione di salutare la fine dell'anno vecchio e l'arrivo di quello nuovo con le luci pirotecniche dei fuochi d'artificio è radicata nella cultura di molti italiani. L'utilizzo dei "botti di capodanno" può essere molto divertente, se fatto in sicurezza. È di fondamentale importanza acquistare solo quelli legali, che per essere in regola con la normativa devono avere sulla confezione la marcatura CE (la cui presenza garantisce che il prodotto risponde ai requisiti dell'Unione europea in materia di sicurezza, salute e protezione ambientale), oppure un'etichetta che deve riportare gli estremi del provvedimento del ministero dell'Interno che ne autorizza il commercio, il nome del prodotto, la ditta produttrice, il Paese di produzione e l'importatore, la categoria, le principali caratteristiche costruttive e una descrizione chiara e completa delle modalità d'uso. È importante ricordare che anche i giochi pirotecnici autorizzati e in libera vendita devono comunque essere sempre utilizzati con la massima cautela, seguendo le istruzioni allegate e sempre nel rispetto delle eventuali ordinanze dei sindaci che in molte città italiane limitano o vietano l'utilizzo dei fuochi artificiali. Purtroppo ogni anno vengono prodotte tonnellate di botti illegali, venduti abusivamente da ambulanti e negozianti senza scrupoli, che possono essere molto pericolosi per la salute di coloro che li utilizzano o che si trovano nelle immediate vicinanze. La Polizia di Stato è in prima linea anche per la prevenzione dei reati connessi alla vendita dei botti illegali, e ogni anno intercetta e sequestra molti prodotti destinati al mercato clandestino. Sino ad oggi sono stati trovati e requisiti, complessivamente, circa una tonnellata e mezza di questi artifici pirotecnici.
  • Polizia di stato
Altri contenuti a tema
Canosa: Picchiato per difendere un'amica Canosa: Picchiato per difendere un'amica La Polizia arresta l'autore
In memoria di  Graziella Mansi In memoria di Graziella Mansi La Polizia di Stato inaugura la Stanza Ascolto Riservato intitolata alla piccola
Sicurezza: “Investigare 4.0” Sicurezza: “Investigare 4.0” A Milano, convegno organizzato dall’Aipsa
Il delitto in tre dimensioni Il delitto in tre dimensioni La Polizia di Stato al “Festival della Scienza” di Genova
Canosa: arrestato un giovane per spaccio di stupefacenti Canosa: arrestato un giovane per spaccio di stupefacenti Nel corso dei controlli del Commissariato della Polizia di Stato
Persone scomparse: un fenomeno in crescita Persone scomparse: un fenomeno in crescita A Canosa, non si hanno notizie di un 41enne
Canosa: trovato morto in casa Canosa: trovato morto in casa I vicini di casa hanno allertato la Polizia
Arrestato l'uomo che aveva accoltellato la donna Arrestato l'uomo che aveva accoltellato la donna La Polizia l'ha rintracciato a Ruvo di Puglia dove era fuggito
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.