Le Pillole

Gerontocrazia italiana, vuoto senza eta' canosino

La nostra povera Italia di fatti seri sinora ne ha visti ben pochi


Non trascurando le tante promesse interventiste del giovane primo ministro , la nostra povera Italia di fatti seri sinora ne ha visti ben pochi .
Lo sviluppo aspetta e la borsa oggi ci castiga con una perdita di capitalizzazione totale paurosa .
Nel mentre la "gerontocrazia " di casa nostra ha saputo mantenere salda la linea del fronte, il premier, nato e ben accolto dal popolo come il rottamatore ,il giovane che avanza , ha ridimensionato ma non sconfitto solo qualche vecchia figura del Suo partito .
Aspettando , il declino inarrestabile da più di trenta anni del nostro Paese continua ,guidato ad arte non solo dai politici vecchio stampo ma sopratutto da " vecchi arzilli ancora oggi tutori e padroni dei salotti buoni Italiani ".
Il salotto culturale ,finanziario,economico ,militare è il luogo naturale dei potenti , del "capitalismo relazionale " , nella accezione allargata del concetto, espressa al settimanale Time dal dott. Bazoli .
Il salotto è impenetrabile ,il numero dei partecipanti è chiuso , anche chi avrebbe titoli per partecipare ,molte volte deve aspettare fuori la porta , mendicando una raccomandazione per entrare almeno una volta .
Dentro il salotto l'Italia delle corporazioni è tutta rappresentata : imprenditori, banchieri ,militari, giudici, sindacalisti, burocrati, politici , giornalisti , tutti figli di un un Dio minore, tutti legati al potere , tutti decisi a non mollare ,costi quel che costi !
Fuori dei confini nazionali solo pochi di essi sono personaggi a valenza nota ,spesso sono sconosciuti ad un mondo globalizzato che continua a non capire ,a chiedere all"Italia riforme, riforme, cambiamento .
I tempi moderni di Adriano Olivetti ed Enrico Mattei sono lontani , un falso sviluppo ha distrutto il lavoro materiale e morale di questi illuminati uomini oggi presi a riferimento come precursori della teoria dello " shared value "di Michael Porter .
Valore condiviso e suddiviso tra impresa ed utile di impresa ,lavoro e condizione umana ed economica dei lavoratori , salvaguardia e rispetto del territorio, ove la impresa opera e cresce.
Impresa ,ma anche cultura ,etica del lavoro, riconoscimento generalizzato della persona umana .
Oggi assistiamo persino allo spettacolo di un impresentabile presidente della Federazione Gioco Calcio voluto li a dispetto della Sua poco forte dote culturale e della prevedibile censura da parte della Federazione Internazionale.
E non è cosa diversa l'abbarbicarsi alla poltrona di giudici settantenni che non vogliono tornare a casa ....preoccupati del fatto che mancano al sistema giustizia ....i sostituti!
E a Canosa ?
A Canosa c'è un vuoto senza età ,mentre la città muore lentamente ma progressivamente ,assistiamo "basiti" alle dimissioni del Sindaco ,spiegate in varie versioni, quando lo scopo potrebbe essere solo un ulteriore corposo rimpasto?
Che senso può avere il dimettersi per poi ricominciare? Cosa guadagna o meglio quanto perde la città da questa ancora irrisolta frattura?
Mentre si cercano disperate nuove maggioranze ,la opposizione forte tace e i rami collaterals fanno dei distinguo ...io sto con tizio ,per carità non con caio!!
Intanto assistiamo inermi alle elezioni nuovo stile del consiglio provinciale della provincia BAT : Canosini assenti ,nessun eletto .
Crediamo onestamente che questo è quanto come comunità ci meritiamo , ricordate il "chi semina vento raccoglie tempesta " di buona memoria ?
In Italia dobbiamo rottamare la gerontocrazia , a Canosa non possiamo nemmeno pensare di rottamare perchè il vuoto è, in termini ,non rottamabile . Chi a Canosa potrebbe tanto dire e fare per riempire di contenuti questo vuoto ,sta chiuso in casa aspettando solo la fine o l'alba di un nuovo giorno?

Roma, 15 ottobre 2014
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.