Pastore  Peppino Di Nunno
Pastore Peppino Di Nunno
Stilus Magistri

Canosa: I ciottoli delle vie del Castello parlano in dialetto

Primo giorno di Carnevale

Il 17 gennaio si celebra la "Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali", istituita nel 2013 dall'Unione Nazionale delle Pro Loco con il fine di salvaguardare e valorizzare queste espressioni appartenenti al "nostro patrimonio immateriale". In questi anni, la Pro Loco Canosa ha offerto un importante contributo alla preservazione di questo patrimonio culturale che, se non adeguatamente riconosciuto e conservato, rischia di essere dimenticato.

Il presidente onorario del Premio Letterario Nazionale "Salva la tua lingua locale", professor Giovanni Solimine ha evidenziato in una dichiarazione rilasciata, l'importanza dei dialetti: "In passato i dialetti avevano una valenza solo locale, perché tante persone trascorrevano l'intera esistenza nel proprio luogo di origine, senza mai spostarsi, per cui la parlata dialettale era sufficiente per le relazioni familiari, lavorative e di ogni genere. Oggi non è più così e le lingue locali sono uno strumento di conoscenza reciproca, e ci aiutano a conoscere la storia, le tradizioni culturali e religiose, le abitudini gastronomiche e di vita delle popolazioni. Per questo motivo lo studio e la valorizzazione delle lingue locali sono una componente importante dei processi di integrazione e di costruzione delle comunità".

In questa giornata l'omaggio va ai nostri padri Canosini È il ciottolo di fiume che sussurra in tante lingue e in dialetto la civiltà di Canosa di Puglia, Città di Principi, Imperatori, Vescovi. e… dei nostri Padri, del nostro popolo in dialetto: jévene nu pìcche analfabète / purtévene u chéule arrupezzète / ma fadegatéure e cu còre 'nnammurète; / jòsce me sò arrecurdète e 'n dialétte u sò scritte e u sò studiète / jìnd'a stu pajòse addà sò nète / a li Canusòne ca nan òne scurdète / li pecàbele add'òne stète 'mbassète (erano un po' analfabeti / portavano le pezze al sedere / ma, lavoratori e col cuore innamorato / oggi me ne sono ricordato e in dialetto l'ho scritto e l'ho studiato / in questo paese dove sono nato / per i Canosini che non hanno dimenticato / i vocaboli dove sono stati fasciati).

Salute a Voi!
Cu bène du pajòse (ob amorem patriae).
Beh! diciamo "nu pecàbele", diciamo un proverbio del giorno: "Sand'Andùne / màscechere e sùne", "Sant'Antonio, maschere e suoni" per il primo giorno di Carnevale. Possiamo cominciare a gustare ...le chiacchiere! senza fare ...."zengremìnde!" o pettegolezzi come "Zaganélla"
Maestro Peppino Di Nunno
  • Carnevale
  • Dialetto
Altri contenuti a tema
Alla Pro Loco Canosa, una menzione speciale  per “Salva la tua lingua locale” Alla Pro Loco Canosa, una menzione speciale per “Salva la tua lingua locale” A Roma, la cerimonia del concorso letterario nazionale giunto alla decima edizione
Canosa: Un linguaggio smarrito, “na parlèta pérse” Canosa: Un linguaggio smarrito, “na parlèta pérse” La poesia di Sante Valentino per la “Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali “,
Canosa: Le tante sfaccettature del dialetto Canosa: Le tante sfaccettature del dialetto Celebrata la “Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali” a cura della Pro Loco
Canosa: Il calzone della tradizione Canosa: Il calzone della tradizione E' una focaccia salata farcita con sponsali
Canosa:  U NATÈLE NÙSTE Canosa: U NATÈLE NÙSTE La strenna natalizia in vernacolo di Sante Valentino
I ragazzi del Sud :“Li uagnéune de vàsce” I ragazzi del Sud :“Li uagnéune de vàsce” La poesia dialettale di  Sante Valentino
Nunzio Pinnelli e "Il vernacolo nella civiltà contadina" Nunzio Pinnelli e "Il vernacolo nella civiltà contadina" Sarà ospite dell'Università della Terza Età "Ovidio Gallo" di Canosa di Puglia
Canosa: Dalla civiltà contadina  “Li stìgghje de li nònne”- Canosa: Dalla civiltà contadina “Li stìgghje de li nònne”- La poesia dialettale di Sante Valentino sugli utensili dei  nonni
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.