Azienda Candela a
Azienda Candela a "Buono a Sapersi"
Storia e dintorni

L’azienda Candela a “Buono a sapersi”

Focus sulla bietola a costa

Non ha tradito le attese la trasmissione televisiva "Buono a sapersi", condotta da Elisa Isoardi, andata in onda stamane su RAI UNO che ha focalizzato l'attenzione sulla bietola a costa coltivata e commercializzata dall'azienda Candela nell'agro di Loconia, frazione di Canosa di Puglia(BT). La bietola a costa è stata scelta per le sue straordinarie "capacità di potersi trasformare in un farmaco naturale", evidenziate nella puntata odierna attraverso un viaggio nel pianeta nutrizione che ha offerto spunti e curiosità raccontando ogni singolo aspetto e proprietà della verdura della "nostra terra" presente sulla tavola quotidiana. La bietola a costa è detta anche "bieta" oppure "bida" è un ortaggio della famiglia delle Chenopodiacee dal fusto erbaceo e grandi foglie verdi, lucide, di colore intenso, con sviluppate nervature centrali. Dal sapore molto dolce, se ne mangiano le foglie e la parte del torsolo, tenera e carnosa. Nella coltivazione della bietola a costa si è specializzata l'azienda canosina dei Fratelli Candela tra le eccellenze dell'ortofrutta pugliese. L'azienda è nata intorno alla metà degli anni settanta quando il suo fondatore, Michele Candela, papà degli attuali titolari Oronzo e Sabino, giunse con buoni propositi nell' agro di Loconia "come semplice intermediario di ortaggi e soprattutto di frutta percoche e uva sia da vino che da tavola" , in un periodo molto florido per la commercializzazione di questi prodotti richiesti sul mercato nazionale ed europeo. In poco tempo, l'imprenditore Michele Candela riuscì ad imprimere una vera e propria svolta al business dell'ortofrutta mirando anche alla coltivazione delle più svariate piante tipiche del territorio, fino a giungere al confezionamento dei prodotti raccolti in loco. Dal 2007, l'azienda Ortofrutta Candela s.r.l. è certificata nella commercializzazione sia per l'Italia che all'estero, tra le prime dell'agro canosino, grazie anche ai requisiti conseguiti del protocollo standard GlobalGAP – Frutta ed Ortaggi che ha istituito le buone pratiche agricole (GAP, Good Agricultural Practice) per lo sviluppo della "best practice", cioè delle migliori tecniche nella produzione degli ortofrutticoli. Il focus della trasmissione televisiva "Buono a Sapersi" sulla bietola a costa, ha esaltato le qualità di questa verdura appetitosa e versatile, dalle proprietà benefiche, coltivata con tecniche e metodi naturali certificati, dall'azienda Candela al top del comparto ortofrutticolo.
L'azienda Candela a "Buono a sapersi"L'azienda Candela a "Buono a sapersi"Bietola di LoconiaBietola di LoconiaL'azienda Candela a "Buono a sapersi"Elisa Isoardi : Buono a sapersiAzienda Candela a "Buono a Sapersi"Azienda Candela a "Buono a Sapersi"
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.