Coro Polyphonè di Bari
Coro Polyphonè di Bari
Eventi e cultura

Il nuovo Inno a San Sabino

La voce della Chiesa di Bari

Il fascino della musica corale e la potenza della sua forza comunicativa, coinvolgente ed emozionante, hanno contraddistinto il concerto in onore di San Sabino che domenica scorsa ha visto protagonista il Coro Polyphonè della Parrocchia di San Sabino di Bari in cui si venera una statua del Vescovo Sabino, compatrono del capoluogo pugliese, Nella Concattedrale Basilica di San Sabino di Canosa di Puglia(BT) si sono esibiti insieme al Coro Polyphonè: il soprano Giusy Magnisi, il contralto Anastasia Abryutina, il baritono Giuseppe Romanazzi che sono stati accompagnati dal M° Giovanni Deserio all'organo. Nel corso del concerto, in prima assoluta è stato presentato e cantato il nuovo inno a San Sabino scritto nel testo dall'Arcivescovo di Bari Mons. Francesco Cacucci e musicato dal direttore M° Emanuele Buonvino. Il Coro Polyphonè è stato fondato nel 2010 dall'attuale direttore, il M° Emanuele Buonvino, dopo aver costituito nel 2009, il Coro Italo – Georgiano (voluto e promosso dal Consolato della Georgia di Roma ). Scopo del Coro Polyphonè è quello di approfondire il Canto Corale, spaziando dalla Musica Sacra Pre-polifonica, alle varie forme di Polifonia, sacra e profana. Ha partecipato attivamente a vari Eventi della città di Bari, quali 2 Cortei Storici di San Nicola e la Commemorazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia; inoltre ha realizzato una cinquantina di Concerti; i principali: per l'Associazione " Ciullia Universitas " di Ceglie del Campo, per il " Circolo La Vela " di Bari, per l'Associazione " Orizzonti " di Bari, per il Circolo " Barium " di Bari, per il Castello Svevo di Bari, per " l'Associazione Italo – Russa " di Bari, aggregando numerosi coristi, cantanti lirici e strumentisti dei vari Conservatori pugliesi e non solo. Ha inoltre partecipato a Concorsi e Rassegne Corali, nonché ad Eventi benefici di vari genere.

ll Direttore, Emanuele Buonvino, è un musicista barese che al suo 40° anno di carriera artistica, continua a fare Musica con varie fasce di età: bambini, giovani, adulti ed anziani, promuovendo non solo la Musica, ma la Cultura e l'aggregazione sociale. Ha studiato al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari: Canto Didattico, Pianoforte, Organo, Composizione e Direzione di Coro, prediligendo la Musica Antica e frequentando numerosi corsi di perfezionamento. Docente di Educazione Musicale, Canto e Canto Corale in molte Scuole di Bari e della Provincia, è stato anche organista in varie Chiese, tra cui la Basilica Pontificia di San Nicola a Bari. Si dedica, inoltre alla ricerca e agli approfondimenti storiografici del Canto Vernacolare Barese Antico e della Musica del 700 Napoletano, essendo discendente del compositore monopolitano Giacomo Insanguine. Vivo è anche il suo interesse per la Composizione didattica, sacra e corale. Ha diretto il Coro della libera Università " Pugliaeuropa ", il Coro della libera Università " Giovanni Modugno ", il Coro del FAI di Bari, la Corale della Chiesa di Santa Teresa dei Maschi, la Corale della Parrocchia di San Ferdinando, la Corale della Basilica di San Nicola e il Coro di Voci Bianche " I Piccoli Musici ". Attualmente è il direttore del Coro " Polyphonè " e della Compagnia di Canto in Vernacolo " Core mì "; svolge intensa attività didattica e promozione Culturale nella Associazione Culturale Polyphonè, da lui fondata; è organista nella Chiesa Parrocchiale di San Sabino, a Bari, e nella Chiesa dell'Arciconfraternita di San Michele Arcangelo; insegna Educazione Musicale e Canto Corale nell'Istituto Comprensivo " De Amicis – Laterza " e nella Scuola Primaria " San Filippo Neri " a Bari.

Il concerto del Coro Polyphonè che ha in programma l'esecuzione di brani composti da Palestrina, Vivaldi, Haendel, Fenaroli, Mozart, Faurè, Perosi, Magri sarà riproposto nella Parrocchia di Bari alle ore 19,45 del 9 febbraio 2018, Festa di San Sabino. Riportiamo con gioia il testo dell'Inno a San Sabino, con il vivo apprezzamento dell'opera agiografica, ecclesiale e artistica di Bari e ringraziando S.E. Arcivescovo Mons. Francesco Cacucci, che così si espresse negli anni scorsi celebrando la Santa Messa nella Cattedrale di Canosa: "Ogni mattina passo davanti a San Sabino", riferendosi all'uscita dall'Episcopio passando dinanzi alla colonna che regge la statua marmorea di San Sabino.

Inno a San Sabino
A te oh Pastore, a te oh Maestro,
vogliamo innalzare il nostro canto;
e questa tua Chiesa a te consacrata,
tu proteggi e benedici.

1. Oh San Sabino mirabile profeta,
hai combattuto l'eresia e l'errore:
aiutaci ad abbattere i nostri idoli
e le divisioni di questo tempo.

2. Amico discepolo di San Benedetto,
che hai unito le preghiera e l'azione:
fa che la nostra Comunità cresca nell'ascolto della Parola,
nella vita sacramentale e nella carità fraterna.

3. Oh San Sabino, padre dei poveri,
che con la Carità hai soccorso il tuo popolo:
aiutaci a essere misericordiosi,
verso i poveri e verso gli afflitti.

4. Oh San Sabino, Pastore amoroso,
hai difeso la Pace in tutta la Chiesa:
conserva nell'Unità la Chiesa di Bari,
la nostra Comunità e le nostre famiglie.

Testo tratto dalla Preghiera dell'Arcivescovo di Bari, Mons. Francesco Cacucci-Musica del Maestro Emanuele Buonvino. In comunione "Barinorum et Canusinorum", come è scritto nella lapide storica monumentale nel Soccorpo della Cattedrale di Bari, riviviamo questo legame della Chiesa di Bari e di Canosa, suggellato nella figura di San Sabino, nella ricorrenza del dies natalis del Vescovo Patrono.
Maestro Peppino Di Nunno
Foto a cura di Savino Mazzarella
San Sabino Patrono di CanosaSan Sabino Patrono di CanosaCoro Polyphonè di BariCoro Polyphonè di BariCoro Polyphonè di BariMons. Felice Bacco e M° Emanuele BuonvinoConcerto per la Festa di S.Sabino Bari
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.