Libri
Libri
Scuola e Lavoro

Donazione libraria all’Istituto Comprensivo “Bovio-Mazzini”

E' il preside Antonio Astolfi ad effettuarla

Il Preside Antonio Astolfi, nel suo incontro con la Dirigente Scolastica, professoressa Grazia Di Nunno, ha espresso la sua stima nei confronti della stessa ed ha evidenziato di voler donare parte del suo patrimonio librario, all'Istituto Scolastico "Bovio-Mazzini" di Canosa di Puglia, perché suo fratello, il Preside Mario Astolfi, è stato dirigente alla Scuola "Bovio"nell'a.s.1978/1979 e tanto ha fatto per Canosa e anche perché, lui personalmente, il preside Antonio Astolfi, è stato Presidente agli Esami di Licenza Media, presso la Scuola Media Statale "G.Bovio", nell'anno scolastico 1986/87. Il Preside Antonio Astolfi, ha sottolineato,con la sua mitezza e cortesia che lo contraddistinguono, che con estremo piacere ha donato circa 300 testi di particolare valore storico-culturale per "tutti coloro che amano il sapere", affidando il suo vissuto professionale, sicuro che i suoi numerosi testi saranno custoditi e messi a disposizione del territorio. La donazione libraria del Preside Antonio Astolfi va ad incrementare l'ampio patrimonio documentario dell'Istituto Comprensivo "Bovio-Mazzini"e le Biblioteche d'Istituto delle due sedi,saranno aperte al territorio per rendere fruibile il proprio patrimonio librario di particolare valore didattico-culturale. La donazione libraria comprende numerosi testi di Lettere, di Psicologia e Pedagogia, di Narrativa,di Diritto e comprende anche una raccolta di Encicliche Papali. Il Preside Antonio Astolfi nato a San Severo (FG), il 09.09.1935, risiede a Massafra(TA). Come insegnante elementare, ha prestato servizio nei corsi popolari e nelle scuole reggimentali. Come laureato in Pedagogia e abilitato in Scienze umane, ha prestato servizio come docente di Filosofia, Pedagogia e Psicologia negli Istituti Magistrali. Successivamente, ha prestato servizio per 18 anni, come docente di ruolo di Lettere nella scuola Media Statale di Ginosa (TA). Dopo aver vinto il Concorso per Presidi, ha prestato servizio, per altri 20 anni, come preside presso la Scuola Media di Spinazzola, prima e a Marina di Ginosa poi. Nell'anno scolastico 1986/87 è stato nominato Presidente degli esami di licenza media presso la Scuola Media " G. BOVIO" di Canosa. Nel 1995/1996 la Scuola Media di Marina di Ginosa, da lui diretta,è stata scelta in tutto il Meridione, per la sperimentazione della Nuova Scuola Materna, Elementare e Media, definita Istituto Comprensivo, A tal fine, si sono tenuti vari incontri fra tutti i Presidi prescelti per la sperimentazione a Bologna e a Roma. Durante gli incontri con i suoi colleghi Presidi, nel periodo della sperimentazione, ha dibattuto i problemi connessi alle innovazioni; ha considerato il futuro della scuola in un sistema "APERTO". ll suo intento è stato quello di individuare strategie nuove nella definizione del Ruolo del Sistema Formativo.Il suo insegnamento nei vari gradi di scuola, è servito ad arricchire il suo bagaglio culturale. ll suo problema fondamentale è stato quello del riequilibrio culturale a favore delle fasce studentesche svantaggiate, per cui ha finalizzato gli interventi straordinari ad una elevazione di livello "ordinario". Per porre un problema di espansione qualitativa dell'istruzione, è stato necessario attivare la scuola con vari laboratori, al fine di consentire a tutti i giovani di trarre il massimo vantaggio possibile dall'istruzione, sviluppando il potenziale individuale di apprendimento, di creatività, di produttività di ognuno, secondo scelte, capacità e attitudini. "Grazie Preside Antonio Astolfi", la Comunità Scolastica dell'Istituto Comprensivo "Bovio-Mazzini" esprime la sua immensa gratitudine e si sente privilegiata e onorata "nell'essere custode del Suo amore per il sapere".
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.