cgil
cgil
Scuola e Lavoro

Cgil Cisl e Uil Bat in piazza a Trani contro la crisi

Manifestazione provinciale unitaria il 4 giugno: corteo e comizio. «Occorre una politica industriale che rilanci le produzioni. L'Imu va riformata»

Il tema del lavoro deve tornare al centro delle scelte politiche ed economiche. Con questa idea scenderanno in piazza, in una manifestazione unitaria, Cgil, Cisl e Uil Bat il prossimo 4 giugno. L'obiettivo della mobilitazione è quello di indicare al governo i provvedimenti indispensabili per aprire una nuova fase e per risolvere le emergenze che alimentano la disoccupazione. In particolare, per i sindacati «serve il rifinanziamento della cassa integrazione in deroga ed il completamento dell'effettiva salvaguardia degli esodati. Non solo, è necessario anche ridurre le tasse ai lavoratori dipendenti, ai pensionati e alle imprese che decidono di fare assunzioni nel prossimo biennio, destinando automaticamente a tale scopo le risorse derivanti da un'efficace lotta all'evasione fiscale, reato di cui va sancita la natura penale».

Cgil, Cisl e Uil chiedono «il rilancio di politiche anticicliche prevedendo, ad esempio, la possibilità per i Comuni che hanno risorse di fare investimenti e di avviare i cantieri già deliberati, fuori dal patto di stabilità; l'ammodernamento e la semplificazione della Pubblica Amministrazione non attraverso tagli lineari, ma con la riorganizzazione e l'efficacia del suo funzionamento, con il contenimento della legislazione concorrente ed eliminando tutte le formalità inutili che rallentano le decisioni. È fondamentale, per sostenere la crescita, investire nella scuola pubblica, nell'università, nella ricerca pubblica e privata e nell'innovazione, al fine di dare una risposta occupazionale alle giovani generazioni».

Per tutte queste ragioni Cgil Cisl e Uil Bat manifesteranno il prossimo 4 giugno a Trani con un corteo che patirà alle ore 18.00 da piazza Gradenigo (S. Agostino) e raggiungerà piazza Libertà per un comizio conclusivo. All'iniziativa interverranno Emilio Di Conza, segretario generale Cisl Foggia, Vincenzo Posa, segretario Uil Bat e Gianni Forte, segretario generale Cgil Puglia.

Per i sindacati è più che mai necessario in questo momento avviare «una politica industriale che rilanci le produzioni, valorizzando le imprese che investono in innovazione e ricerca e che salvaguardano l´occupazione e le competenze. Mettere a punto uno strumento di contrasto alla povertà e il finanziamento del fondo per la non autosufficienza; la proroga per i contratti dei precari della pubblica amministrazione e della scuola; la riforma dell'Imu, esonerando solo i proprietari di un'unica abitazione, con un tetto riferito al valore dell'immobile». Infine, Cgil, Cisl e Uil Bat chiedono «agli Enti locali l'attivazione di tutte le risorse previste dai piani sociali di zona e dai piani d'azione per la coesione».
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.