Canosa:“Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali”
Canosa:“Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali”
Eventi e cultura

Canosa: Le tante sfaccettature del dialetto

Celebrata la “Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali” a cura della Pro Loco

Musica e poesia, canto e recitazione, note e rime per la "Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali", istituita nel 2013 dall'Unione Nazionale delle Pro Loco nell'ottica di sensibilizzare istituzioni e comunità sull'importanza di tutelare questi patrimoni culturali immateriali. A Canosa di Puglia(BT) è stata celebrata con 2 giorni di anticipo, rispetto al 17 gennaio, come da ricorrenza nazionale. A promuoverla ed organizzarla è stata la Pro Loco Canosa, presieduta da Elia Marro, che ha invitato cultori e appassionati della poesia dialettale a recitare le proprie opere presso il foyer del Teatro Comunale "Raffaele Lembo". Per l'occasione sono intervenuti : Antonio Faretina, Grazia Mastrapasqua, Nicola Quarto, Cinzia Sinesi, Pasquale Patruno, Nunzio Pinnelli, Leonardo D'Aulisa, Filomena Piscitelli e Sabino Armagno che si sono fatti apprezzare e applaudire per i temi trattati e la loro vena poetica in vernacolo, pure espressioni dell'animo popolare tese a valorizzare in ogni circostanza il grande amore per le proprie radici fondate su tradizioni e feste, arte letteraria e storia locale, patrimonio di valore inestimabile da tramandare e divulgare alle giovani generazioni e a tutti i livelli.

Da par suo, il giornalista Paolo Pinnelli ha presentato la kermesse dialettale impreziosita dalle performances musicali dei docenti della Musikeria: Attanasio Mazzone alla batteria, Francesco Paolo Luiso al piano e Anna Sforza con la sua voce d'incanto che ha emozionato il parterre. Un repertorio musicale di forte impatto con gli evergreen: Via con me, Caruso, Parole Parole, Che cos'è l'amor, Napule è, Io che amo solo te. Grandi successi del passato per celebrare la "Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali" che è tornata in auge, dopo la pausa a causa della pandemia del Covid-19, meritando il plauso del pubblico e delle autorità cittadine, tra le quali il sindaco di Canosa Vito Malcangio, l'assessore alla cultura Cristina Saccinto e il consigliere regionale e comunale Francesco Ventola. Nel corso della mattinata odierna è stata ricordata la memoria di Savino Losmargiasso, poeta dialettale, custode e cultore delle tradizioni canosine, come evidenziato dal presidente della Pro Loco Canosa, Elia Marro che insieme all'intervento del professor Donato Metta, è stato ribadito che il dialetto canosino, di origine latina, è una lingua a tutti gli effetti con la sua grammatica, la sua fonetica e, "chi si approccia alla scrittura deve rispettare i canoni, le regole della sintassi e della morfologia linguistica".

La Giornata Nazionale del Dialetto e delle lingue locali "rientra nella più ampia azione avviata dall'UNPLI per la tutela e salvaguardia dei patrimoni culturali immateriali – ha affermato in una dichiarazione alla stampa il presidente nazionale dell' UNPLI, Antonino La Spina - Ogni singola espressione in dialetto è veicolo delle conoscenze e delle tradizioni dei nostri territori. Dialetti e lingue locali sono pertanto indispensabili alla trasmissione di tali patrimoni culturali fra le generazioni". Mentre, è stato annunciato che la Pro Loco Canosa si accinge ad essere premiata a Roma nell'ambito del Premio Letterario "Salva la tua lingua locale" , nella cerimonia in calendario il prossimo 26 gennaio al Campidoglio, dove prenderanno parte i vincitori ed esponenti del mondo della cultura e delle istituzioni.
Riproduzione@riservata
Foto a cura di Savino Mazzarella
2023 Canosa “Giornata Nazionale del dialetto e delle lingue locali”Sindaco di Canosa  Vito Malcangio e  Paolo PinnelliProfessor Donato MettaCristina Saccinto, Paolo Pinnelli, Elia MarroElia Marro e Paolo PinnelliMusikeria: Attanasio Mazzone, Francesco Paolo Luiso  e Anna SforzaMusikeria: Attanasio Mazzone, Francesco Paolo Luiso  e Anna SforzaMusikeria: Attanasio Mazzone, Francesco Paolo Luiso  e Anna Sforza
  • Pro Loco
  • Dialetto
Altri contenuti a tema
La bellezza dei costumi  tipici a Monaco-Ville La bellezza dei costumi  tipici a Monaco-Ville Sono stati realizzati dalla professoressa Elena Di Ruvo
La mamma in quattro generazioni La mamma in quattro generazioni Tra proverbi in dialetto, italiano, latino e greco antico
Canosa: La “Merenda nell’Oliveta” Canosa: La “Merenda nell’Oliveta” Un’esperienza unica tra gli ulivi del Parco Archeologico di San Leucio
Terzo posto per Cinzia Sinesi al Premio Internazionale di poesia e narrativa  "Città di Bitetto" Terzo posto per Cinzia Sinesi al Premio Internazionale di poesia e narrativa  "Città di Bitetto" Premiata la lirica dialettale “La nòtte de Natèle”
Addio, cuma Rosetta di Canosa! Addio, cuma Rosetta di Canosa! Massa Rosa, memoria di affetti, di tradizioni, di fede popolare
Il cantero nel dialetto: “Cùm’u vúlte e ccùme l’aggiòre …” Il cantero nel dialetto: “Cùm’u vúlte e ccùme l’aggiòre …” Storia semiseria di un antico vaso dei bisogni
Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” La poesia di Sante Valentino per la "Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali"
ODE ALLA MIA TERRA ODE ALLA MIA TERRA Il componimento natalizio del poeta Sante Valentino
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.