Le Pillole

Rinascimento canosino

Il tempo delle promesse è finito, ora servono poche essenziali cose da fare per ricostruire cittadinanza, moralità, sicurezza e legalità, condizioni essenziali per costruire lo sviluppo ..

Abbiamo annunciato a Torino, lo scorso 17 febbraio, la volontà di alcuni Canosini di buona volontà, di far nascere a Canosa un tavolo di cultura e ricerca.

Questo per noi è " RINASCIMENTO CANOSINO ".

Abbiamo deciso in quella occasione di fare solo un rapido annuncio per evitare, presenti i rappresentanti delle istituzioni comunale e provinciale, in primis il sindaco ed il presidente della provincia, qualsivoglia "interpretabile interferenza" al già vivace clima cittadino, acuito dalla competizione elettorale nazionale ..

Ringraziamo della ospitalità, della condivisione, del calore accogliente che ci hanno riservato i Canosini di Torino, legati alle radici attraverso la Loro associazione" il Ponte "ed in primis il presidente Pasquale Valente.

Siamo felici che i Canosini di Torino abbiano voluto premiare come CANOSINO EMERITO per il 2013, un figlio di Canosa che oggi ha il comando a Torino dei Carabinieri del Piemonte e della Valdaosta.

Il caro Pasquale Lavacca a Torino, come a Roma, con l"esempio ed il fermo sorriso, sta continuando a dare gioia di appartenza ai vecchi e speranza di un futuro migliore ai giovani Canosini.

Siamo fieri di affermare che i Canosini sono anche questo ed il nostro Rinascimento vuole unirli fattivamente per tracciare, mettendo sul tavolo le esperienze fatte, una nuova via per il futuro della nostra terra.

La "tempesta perfetta " del 25 febbraio si è consumata ed ancora stamane il Presidente gridava, nel giorno di festa dell"unità, i problemi del Paese, chiedendo alla politica uscita dalle urne un cambio di passo e la assunzione di responsabilità indispensabili in un momento cosi difficile per tanti Italiani.

Speriamo che anche questo ultimo accorato messaggio raggiunga il cuore e la mente di quanti il popolo ha scelto per ridare al Paese una speranza ..

Il tempo delle promesse è finito, ora servono poche essenziali cose da fare per ricostruire cittadinanza, moralità, sicurezza e legalità, condizioni essenziali per costruire lo sviluppo ..

La luce in fondo al tunnel è ancora lontana; ogni giorno terrorizzati aspettiamo il voto dei mercati globalizzati ed intanto dimentichiamo povertà e poveri, lasciando a secco e senza soldi le imprese che sono, insieme allo Stato, il primo motore dello sviluppo .

Con il presidente Napolitano, gridiamo anche noi che sviluppo ed occupazione sono la unica via per una positiva ricerca di una " prospettiva di valorizzazione delle personalità e dei talenti dei giovani, delle giovani generazioni ".

Con Lui ricordiamo e chiediamo ai vecchi ed ai nuovi rappresentanti del Popolo la soluzione dell'infinito problema del Mezzogiorno ..

Il Paese decollerà solo coinvolgendo il Sud, che continua a patire la devastante emorragia della sua cultura, spinta dalla mancanza di lavoro e di spazi creativi, a trovare asilo al Nord o all"estero, dove le nostre calde menti trovano attenzione e rispetto di una intelligenza creativa.

Al Paese serve un nuovo miracolo economico, fatto dalle idee di uomini disposti con umiltà a ristudiare i nostri vecchi che fecero il miracolo del dopoguerra, Morandi, Saraceno, Paratore, Menichella, Pescatore, uomini del Nord e del Sud, con uno stesso sogno pur portatori di appartenenza partitica e politica differente ..

L" idea di " RINASCIMENTO CANOSINO " ha come genesi un sogno simile, vissuto in chiave cittadina, pensando a idee di filiera corta .

Condividono il sogno Canosini che non si sono ancora arresi al destino senza futuro visibile di una città che, malgrado tanti singoli onesti sforzi, continua a declinare le giaculatoie del suo declino ,a piangere sulla mala sorte ..

Leggendo il volto dei concittadini di questa terra amara, anche le lacrime cominciano a scarseggiare !

Consideriamo la nostra iniziativa, la creazione di questo tavolo aperto, una operazione squisitamente culturale ed anche se non vogliamo rinunciare al nostro dovere di cittadini, attenti al futuro dei nostri figli, lasceremo, fatti i nostri compiti scritti, il peso delle decisioni a chi il popolo ha preposto alla gestione delle istituzioni ..

Si i nostri compiti scritti, frutto di studio, esperienza, ricerca, tracceranno con singoli progetti, corredati da business plan, la nostra idea di allungare in filiera corta la catena del valore che Canosa per noi può esprimere !

Lavoreremo per settori di competenza ma le decisioni saranno corali perchè urbanizzazione, archeologia, turismo, agricoltura, produzioni ad alto valore aggiunto, terziario avanzato, ricerca sono pagine diverse di uno stesso vocabolario che si intitola cultura ..

Per questo abbiamo intrapreso incontri e discussioni con varie organizzazioni culturali italiane, in primis università italiane.

Il battesimo di "RINASCIMENTO CANOSINO " avverrà a Canosa a maggio, in concomitanza con la inaugurazione del centro ricerche Farmalabor .

Abbiamo detto che Canosini partiti con la valigia di cartone e che hanno ben meritato fuori le mure ce ne sono tanti, sono tanti anche quelli che hanno stretto i denti e la città non l"hanno lasciata; per questo sono ancor più meritevoli, più giusti figli ..

Sergio Fontana è uno di questi, è partito da una idea e da un sottano per arrivare al centro ricerche della Sua Farmalabor ..

Sergio è uno dei Canosini di " RINASCIMENTO CANOSINO ", uno dei padri fondatori, tutti legati da un sogno disinteressato, con la stessa cultura del risultato, del raggiungimento dell"obbiettivo ..

Vogliamo tutti dare alle istituzioni progetti concreti, perchè il nostro desiderio è poter tornare a guardare da pari a pari le realtà viciniore che adesso i nostri concittadini visitano ...con rispetto!

A Voi Canosini che vivete ed operate con le radici sempre presenti nel cuore, l'invito e l"augurio di vivere da protagonisti questo nostro "RINASCIMENTO CANOSINO" .

Roma, 17 marzo 2013

nunzio.valentino@rosetti.it


Ps. "Non si combatte solo per vincere. No ... è più bello battersi quando la vittoria è incerta "

Cyrano de Bergerac di EDMOND ROSTAND
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.