Stilus Magistri

Forum Beni Culturali a Canosa

A cura del maestro Peppino Di Nunno


Sulle vie paleocristiane la Santa Sede e lo Stato Italiano riscoprono il Cristogramma delle Catacombe di Canosa di Puglia, con l'inaugurazione del Museo della Cattedrale nella "Città dei Vescovi".
  • XII Settimana della Cultura d'Impresa di Confindustria
In occasione della " XII Settimana della Cultura d'Impresa di Confindustria " il Forum RSI di Confindustria Bari e BAT ha organizzato per sabato 16 novembre, alle ore 11.00 , presso il teatro "Raffaele Lembo" di Canosa di Puglia, un evento per porre all'attenzione nazionale lo straordinario patrimonio culturale e archeologico della Canosa paleocristiana e per evidenziare come la collaborazione tra pubblico e privato per la valorizzazione dei beni culturali possa creare opportunità e prospettive di sviluppo economico del territorio.
  • Le Catacombe di S. Sofia, patrimonio paleocristiano.
L'evento del 16 novembre si svolgerà con la 'dichiarazione d'intento' tra la Santa Sede e lo Stato Italiano sulla "disponibilità" di acquisire le catacombe cristiane presenti a Canosa di Puglia da parte della Pontificia Commissione di Arte Sacra del Vaticano.
  • Inaugurazione del Museo della Cattedrale S. Sabino.
Seguirà l'inaugurazione del Museo Paleocristiano della Cattedrale S. Sabino presso "Palazzo Minerva", dove per l'occasione, sarà esposto al pubblico il "Crocifisso d'Avorio" della Cattedrale (XII sec.), recuperato tre anni fa a Parigi dal Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale
dei Carabinieri.
  • Le presenze prestigiose del Ministero, del Vaticano e della Confindustria
All'evento parteciperanno Alessandro Laterza, Vice Presidente per il Mezzogiorno di Confindustria e Presidente della Commissione Cultura di Confindustria, Massimo Bray, Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo, Fabrizio Bisconti, Sovrintendente Archeologico alle Catacombe - Pontificia Commissione di Archeologia Sacra del Vaticano.
  • Programma
LA VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI COME MOTORE DI CRESCITA ECONOMICA
"I TESORI DI CANOSA DI PUGLIA"
Sabato 16 novembre 2013, ore 11.00
Teatro Comunale "Raffaele Lembo" - Canosa di Puglia, via Piave ,4

SALUTI:
Ernesto La Salvia - Sindaco Canosa di Puglia
Francesco Ventola - Presidente Provincia Barletta Andria Trani
Laura Ruggiero - Coordinatore Forum RSI di Confindustria Bari e B.A.T.
Sergio Fontana - Amministratore Unico Farmalabor srl
Sabino Silvestri - Presidente Fondazione Archeologica Canosina
Felice Bacco - Monsignore della Concattedrale Basilica di San Sabino, Canosa di Puglia
Fabrizio Bisconti - Sovrintendente Archeologico alle Catacombe - Pontificia Commissione di Archeologia Sacra
Massimo Bray - Ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo
Organizzazione dell'evento a cura di: Confindustria Bari e B.A.T.

Il riconoscimento delle Catacombe di S. Sofia di Canosa di Puglia, come patrimonio culturale e spirituale del Vaticano e dello Stato Italiano, acquista rilevanza nell'anniversario dello storico Editto di Costantino del 313 d.C., che certamente ha costituito una pietra miliare per la cristianità e la civiltà della Canusium dell'epoca romana imperiale.
Sul portale di www.canosaviva.it abbiamo nel 2 novembre evocato il sangue dei Martiri Cristiani, sulle vie dell'insegnamento delle parole di Papa Francesco del 1 novembre e abbiamo proposto il sigillo paleocristiano del Cristogramma, presente nelle Catacombe di San Callisto a Roma e nelle Catacombe di S. Sofia di Canosa di Puglia: lo abbiamo scritto anche sulla lavagna della Classe 1 G, Sez. Classico, del Liceo Enrico Fermi di Canosa, con l'azione concorrente della prof.ssa Giulia Giorgio per la Letteratura greca, ad evocare le prime due lettere intrecciate, Chi e Ro del nome ΧΡΙΣΤΟΣ (Christòs).
Quelli di S. Sofia sono cunicoli e cubiculi bagnati di fede e di sangue, tra laici e "Vescovi, che ressero la Chiesa canosina dal primo secolo" e promossero nuovi valori spirituali della comunità civile, sulle vie dell'Evangelizzazione della Via Traiana, come attesta la Relatio Ecclesiae Canusinae del Prevosto Tortora, insegne storico del 1700 (Episcopi, qui a primo ad sextm æræ Christianæ Sæculum Canusinam Ecclesiam rexerunt).

Dal Cristogramma delle Catacombe e dal quarto secolo nacque a Canosa la Città dei Vescovi, che oggi in continuità offre alla comunità e al territorio il "Museo dei Vescovi", donato dall'Arcivescovo Minerva e promosso da mons. Felice Bacco, 'canonicus restaurator ecclesiarum'.
Quegli affreschi e quelle sale artistiche, che ho visitato negli anni 80, incontrando mons. Minerva, benemerito cittadino canosino vissuto per un secolo, oggi, in un atto di donazione, nobile esempio per noi tutti, diventa una perla della città e della Cattedrale San Sabino.
Il Museo sarà una scuola di cultura e un palazzo dei nostri tesori, che vengono valorizzati nella XII Giornata della Cultura di Confindustria.
Mentre incontriamo di Domenica in piazzetta il dott. Sergio Fontana, impegnato sul fronte dei beni culturali, mi tornano in mente le parole di un anziano, che in gruppo, era appoggiato sulla ringhiera, evocando l'abbattimento di un palazzo gentilizio nell'elenco di altri cancellati dal cemento armato non programmato: "Prevessò, uì u palazze de Fracchiolle! Se u scéttene 'ndérre, jò facésse recorse o Presedénte de la Repubbleche!".
Caro nonno, quel Palazzo oggi, restaurato, è il Palazzo della Chiesa e della Città, di cui tutti siamo eredi e custodi.
Auguri Canosa!
maestro Peppino Di Nunno
3 fotoForum Beni Culturali a Canosa
Monogramma Cristo Cattedrale CanosaCrocefissoMonogramma Cristo a Canosa
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.