S.Rita da Cascia
S.Rita da Cascia
Stilus Magistri

Santa Rita vedova e religiosa

Augurio dal Monastero di Santa Rita

Tra le rose di Maggio nella festa e processione di Santa Rita del 22 maggio, tante rose rosse in mano ai bambini e fedeli rappresentano la santità di Rita da Cascia, nel culto del '900 radicato nella Chiesa di Santa Lucia nel borgo antico del Castello di Canosa di Puglia(BT) . "Rita, che sposata con un uomo violento, sopportò con pazienza i suoi maltrattamenti, riconciliandolo infine con Dio;rimasta priva del marito e dei figli,entrò nel monastero dell'Ordine di Sant' Agostino a Cascia in Umbria, offrendo a tutti un sublime esempio di pazienza e di compunzione."
Sulle vie dei pellegrinaggi che ci portano al Santuario di Santa Rita, attraverso due foto pervenute da devoti canosini in questi giorni, ci accostiamo in condivisione al Santuario e all'urna che custodisce il corpo della Santa, esempio fulgido di figlia, di sposa, di madre, vedova e suora, deceduta a 76 anni il 22 maggio 1457 e canonizzata da Papa Leone XIII il 24 aprile del 1900.
Rita da Cascia nacque nel 1381, vedova nel 1406 dopo l'assassinio del marito che generò in lei perdono, rimase sola a trenta anni, dopo la morte per peste dei due figli. Rinasce in lei la vocazione di giovinetta di farsi suora e per quaranta anni si consacra alla vita religiosa.
L'iscrizione del portale d'ingresso
Sull'architrave sopra il portale d'ingresso scorre il saluto inciso sul marmo bianco travertino.
L'iscrizione è tratta dall'antico sarcofago della Santa.
SALVE RITA VAS AMORIS SPONSA CHRISTI DOLOROSA
TV DE SPINIS SALVATORIS PVLCHRA NASCERIS VT ROSA
«Salve Rita, vaso d'amore, sposa di Cristo dolorosa,
Tu dalle spine del Salvatore bella nasci come una rosa».

L'iscrizione della Cappella dell'urna
Entrando a visitare il Santuario illuminato di azzurro celestiale e di oro di Paradiso, sostiamo in raccoglimento sulla grata in ferro battuto, dinanzi alla Cappella in stile bizantino che custodisce l'urna del 1930, dove riposano le spoglie di Santa Rita in abito religioso agostiniano, a cui arde una lampada votiva in bronzo, donata dal Comune di Cascia nel 1981, tra fasci di rose rosse. E la rosa color rosa è la classica rosa di Santa Rita, nel prodigio della rosa sbocciata in inverno, mentre lei era gravemente ammalata verso la fine della vita. Il corpo della Santa fragrante e quasi incorrotto fu collocato il 18 maggio 1947.
Sui quattro angoli esterni dell'arca sono scolpiti quattro Angeli che rappresentano le virtù cardinali: temperanza, fortezza, giustizia, prudenza.
Nella luce e verità della parola leggiamo l'iscrizione frontale:
POSVISTI IN CAPITE EIVS CORONAM
«Hai posto sul suo capo una corona».

Sul lato destro dalla parte del capo l'iscrizione prosegue:
DE LAPIDE PRETIOSO ALLELVJA

Il verso è tratto dalle Sacre Scritture, dal Salmo 21(20) al versetto 4, che così recita nella Vulgata in latino: "posuisti in capite eius coronam de lapide pretioso" ["Hai posto sul suo corpo una corona di pietra preziosa"(di oro puro)] Il verso del Salmo di Davide si riferisce al rito di incoronazione dei Re. È la corona dell'anima beata, che ritroviamo nei testi dei "Panegirici dei Santi" di Frate Benedetto Fedele del MDCXLI .
L'iscrizione suggella la santità di Rita, che ha ricevuto una spina della corona del Crocifisso sulla fronte del suo capo, che portò per 15 anni nel dolore il segno delle stimmate di Gesù della incoronazione di spine.
Quale bellezza di santità!
E la stessa iscrizione del Salmo, nel verso 3, è riportata sul retro della Cappella
PREVENSISTI EAM DOMINE,
proseguendo sul lato sinistro:
IN BENEDICTIONIBVS DVLCEDINIS.

È il verso 3 del Salmo 20 di Davide, che precede il verso 4 riportato sul lato frontale della cappella:
« quoniam praevenisti eum in benedictionibus dulcedinis »
"Poiché tu lo hai prevenuto con le benedizioni della tua bontà".
Il testo figura anche nel Communio della Santa Messa in onore di Santa Rita, sostituendo "eam" (Santa Rita) ad "eum" il Re: "Praevenisti eam, Domine, in benedictionibus dulcedinis".

È la Priora delle Suore della Comunità di Santa Rita a illuminare la lettura in un messaggio augurale, che ci onora spiritualmente, inviato a Canosa e alla Chiesa che venera Santa Rita: "Il Signore ha posto sul capo di Rita una splendida corona di gemme preziose, prevenendola con la dolcezza delle Sue benedizioni. È vero questo per Santa Rita, però lo possiamo ricevere anche noi tutti, se ci lasciamo guidare dallo Spirito Santo, come ha fatto Lei. È il nostro augurio che si fa preghiera per ciascuno di voi di pregare la Santa che ci ottenga questo grande dono. Buona Festa di Santa Rita a tutti" Priora della Comunità di Santa Rita,Suor Maria Rosa Bernardinis OSA
Festa Liturgica di S. Rita, il programma di mercoledì 22 maggio

ore 8,00 Sparo di mortaretti;
ore 9,00 S. Messa, Benedizione e distribuzione delle rose e dei pani;
ore 10,30 S. Messa, Benedizione e distribuzione delle rose e dei pani, al termine supplica a S.Rita;
ore 18,30 S. Messa;
ore 19.30 Processione che percorrerà le seguenti vie:piazza Antica , salita Purgatorio, Via Orazio, Via Sabina, Via E. Fieramosca, Via A. Milano, Via Boccaccio, Via Libertà, Via Appia, Ospedale Vecchio, Piazza Torpea, Via Conte Cavour, Via G. Mazzini, Via Roma, Via G. Matteotti, Via F.lli Bandiera, Corso Garibaldi, Via C. Alberto, Via Piave, Via S. Di Bari, Via Imbriani, Piazza Terme, Via Kennedy, Piazza V. Veneto,Corso San Sabino, Piazza della Repubblica, Piazza Martiri XXIII Maggio, Via Trieste e Trento, Salita Diomede, Via Sabina, salita ai Mulini, Piazza Antica ritorno in Chiesa S.Lucia a Canosa di Puglia(BT).
A devozione, maestro Peppino Di Nunno
Canosa: S.Rita da CasciaFesta Liturgica S.Rita Mercoledì 22 maggio 2019 - Canosa di PugliaCanosa: Processione S. Rita da CasciaCanosa: Processione S. Rita da CasciaS.Rita Messaggio 2019 - Canosa di PugliaIscrizione portale Santuario S.RitaS.Rita  Vedova e ReligiosaIscrizione cappella  Santuario S.Rita
  • S.Rita
© 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.