Stilus Magistri

A scuola con Galileo Galilei ed il suo cannocchiale

Lo strumento ottico a configurazione galileiana è stato presentato congiuntamente alle colleghe

UN DONO DI GALILEO GALILEI DA FIRENZE ALLA SCUOLA DI CANOSA DI PUGLIA

Nel contesto del progetto formativo sull'Anno dell'Astronomia elaborato volontariamente dalla mia persona di maestro esterno ed offerto alla Scuola Elementare, dove era stato avviato, alla Scuola Media Foscolo-Marconi e al Liceo Scientifico, è giunto "un dono da Galileo Galilei". L'Assessorato alla Cultura della Regione Toscana, cui va il nostro vivo apprezzamento per lo spirito di collaborazione, ha inviato ai bambini di scuola elementare un vero cannocchiale come sussidio formativo. Il Dirigente dott. Claudio Rosati, con la collaborazione della gentile sig.ra Giulietta Innocenti, hanno espresso apprezzamento per il percorso facendo dono di un cannocchiale.

Lo strumento ottico a configurazione galileiana è stato presentato congiuntamente alle colleghe delle classi 5^ ai bambini che hanno vissuto con gioia un momento di lezione e di conoscenza del Perspicillum di Galileo Galilei dell'A. MDCIX.

A distanza di 400 anni la figura dello scienziato, la ricerca e la scoperta di un nuovo Universo delle cose (Novam Rerum Universitatem) esercitano un fascino intellettuale sui bambini e sui giovani di oggi.
Osservare, anzi Perspicere (scrutare dentro) come Galileo, è un gioco e un laboratorio per guardare e ammirare lontano nello stesso paesaggio di Canosa, nel territorio, verso la Luna.
L'intelletto ora è più potente / con l'occhio di una lente / una lente da Galileo Galilei / per scrutar lontano ciò che vorrei!

Auguri in compagnia per l' Anno dell'Astronomia.

Peppino Di Nunno
Cannocchiale Galileo GalileiCannocchiale Galileo GalileiCannocchiale Galileo Galilei
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.