Monfenera a Hettange Grande
Monfenera a Hettange Grande
Stilus Magistri

La lapide del Monfenera da Canosa di Puglia in Francia

Memoria della Grande Guerra

L'11 Novembre 2018 in Francia, all'Eliseo si celebrava la fine della Grande Guerra con l'Armistizio di Compiègne. All'Eliseo tra i Capi di Stato era presente anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nello stesso giorno nel Comune francese di Hettange Grande avveniva la cerimonia di onore ai Caduti dinanzi al monumento con la presenza di bambini di Scuola e con una mostra realizzata per il Centenario e la fine della Grande Guerra. In un pannello della mostra dedicato alla nazione italiana figura il Tricolore con una stampa grande della lapide onoraria del Monfenera di Canosa di Puglia e con l'onorificenza del Tenente Medico Francesco Iacobone, Caduto della Grande Guerra e Medaglia d'argento. La storia della lapide del Monfenera, esposta dal 1918 in via Gramsci a Canosa, cui il Comune pone una corona di alloro nel 4 Novembre, ci ha ricondotti dal 2003, con i bambini della Scuola Primaria De Muro Lomanto, al Comune di Pederobba, al Cimitero dove fu sepolto il Tenente Medico Francesco Iacobone, morto "mentre soccorreva i feriti" nelle trincee del Monfenera, oggi terra fertile dei castagneti dei Marroni del Monfenera.

Il Comune di Pederobba, legato a Canosa con un Patto di Amicizia, firmato dal Quirinale nel 2011, ha suggellato un gemellaggio con il Comune francese di Hettange Grande, cui abbiamo trasmesso la memoria italiana del Monfenera nella figura dell'eroe Medico Iacobone e, nel percorso promosso dei "Pensieri e Racconti di Pace", la poesia "Il Centenario del Monfenera" tradotta in francese dalla Professoressa emerita Maria Lobosco in Quagliarella. In una nota precedente all'11 novembre il Sindaco di Hettange Grande ci scriveva: "La inseriamo nel nostro archivio gemellaggio e la proporremo nelle nostre scuole .La leggeremo anche durante la cerimonia dell'11 novembre davanti al monumento ai Caduti durante la guerra.Siamo commossi che abbiate pensato a Hettange dalla Sua Puglia.Cordialmente, Il Sindaco di Hettange Grande, Roland Balcerzak. La presidente del comitato gemellaggio Evelyne Deroche".

Abbiamo ricevuto dal Comune della Francia le foto del pannello della mostra con la lapide del Monfenera e l'onorificenza del Tenente Medico Iacobone e l'audio della poesia recitata da un bambino francese. La memoria storica approdata da Canosa di Puglia a Pederobba nel Veneto ha valicato le Alpi approdando in Francia l'11 Novembre, in una pagina scritta tramandata ai bambini di Scuola d'Italia e di Francia e in cammino di coscienza democratica europea di progresso e di pace. I Caduti della Grande Guerra sono senza confini, accomunati dallo stesso ideale, come ha evocato Papa Francesco e verso "l'Europa dei Cittadini" , come ha indicato il 15 Novembre in Svezia il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Ora quel Caduto medico canosino, parla in Italiano a Canosa di Puglia e a Onigo-Pederobba nel Veneto e anche in Francese al Monumento ai Caduti di Hettange Grande: "C'era una volta"... "Il y avait une fois"
"Il y avait une fois"
racontent les tranchées du Monfenera
recouvertes en Novembre 1917
par la «neige noire du Monfenera»
tachée du sang des Morts de la guerre
jamais perdus même si inconnus,
fils de la Vénétie, fils de Pouille,
dans un Pays libre, uni, aimé,
joints même aux Militaires franҫais
dans la liberté alliés et
«Entendus».

Poésie de guerre et de douleur,
elle se confie en paix au Seigneur,
sur l'autel du Monfenera,
tandis que le jour se fait soir,
jour d'un Centenaire,
mémoires d'un Journal,
jour d'une Paix infinie,
ainsi renaît belle la Vie.


"C'era una volta",
raccontano le trincee del Monfenera
ammantate nel Novembre del '17
dalla "neve nera del Monfenera"
macchiata di sangue dei Caduti
mai perduti anche se sconosciuti,
figli del Veneto, figli di Puglia,
degni figli dell'amor di Patria,
in un Paese libero, unito, amato,
uniti anche ai Militari Francesi
nella libertà alleati e "Intesi".

Poesia di Guerra e di dolore,
si affida in pace al Signore,
sull'altare del Monfenera,
mentre il giorno si fa sera,
giorno di un Centenario,
memoria di un Diario,
giorno di pace infinita,
così rinasce bella la vita.


Onore ai Caduti della Grande Guerra
ANCRI "BAT CANUSIUM"
Associazione Nazionale Cavalieri al Merito della Repubblica Italiana
Cav. Giuseppe Di Nunno da Canosa di Puglia
11 Novembre 2018 - Centenario della Grande Guerra
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.