Arcangelo Michele
Arcangelo Michele
Stilus Magistri

L’Arcangelo Michele nei Giardini del Vaticano

Riscopriamo la scultura dell’artista canosino Lomuscio

Da bambino il pittore Giuseppe Antonio Lomuscio, nato a Canosa è cresciuto sulla Via degli Studenti, in via Settembrini che porta alle Scuole, sull'uscio dei quadri esposti con il padre; oggi è un artista di prestigio, perla dell'arte dalle radici canosine e sabiniane. Venerdì 5 Luglio 2013: un giorno storico nell'Anno della Fede, dove l'arte suggellata dall' artista canosino Giuseppe Antonio Lomuscio, consegna un'opera storica nei Giardini del Vaticano. La benedizione della scultura è avvenuta alla presenza di Papa emerito Benedetto XVI e di Papa Francesco. La statua di San Michele Arcangelo, destinata ad essere collocata in un'area dei Giardini Vaticani
in prossimità del Palazzo del Governatorato, è un'opera monumentale commissionata dal Presidente Emerito del Governatorato dello STATO VATICANO, S. Em. Card. Giovanni Lajolo, per celebrare l'Arcangelo Michele, principale difensore della fede e custode universale della Chiesa. Ne è l'autore l'artista Giuseppe Antonio Lomuscio,vincitore del Concorso Internazionale, indetto dallo stesso Governatorato dello Stato Vaticano, secondo il giudizio autorevole di una Commissione di esperti presieduta dal Direttore dei Musei Vaticani, Prof. Antonio Paolucci.

Il monumento si configura in un gruppo scultoreo realizzato in bronzo per fusione a cera persa e patinato di verde. Il basamento in travertino romano, anch'esso ideato dall'artista, è caratterizzato dalla presenza di due bassorilievi in bronzo che riproducono gli stemmi papali di Benedetto XVI e di Papa Francesco.L'altezza complessiva del monumento supera i 5m di altezza. Sulla punta della lancia è scritto QUIS UT DEUS ( Chi come Dio?), mentre in basso figura l'iscrizione evangelica di Gesù all'Apostolo Pietro: " …et portae inferi non praevalebunt" (Matteo, 16,18) Sulla base del monumento scorre l'iscrizione: BENEDICTVS PP. XVI ANNO VIII - FRANCISCVS PP. ANNO I MICHAELI ARCHANGELO POPVLI DEI DEFENSORI VATICANAE CIVITATIS PATRONO (Papa Benedetto nell'Anno VIII e Papa Francesco nell'Anno I, all'Arcangelo Michele, Difensore del Popolo di Dio e Patrono della Città del Vaticano). Il figlio dell'artista,Domenico, ha realizzato gli stemmi in bronzo di Papa Benedetto XVI e di Papa Francesco, posti sul piedistallo.

La Chiesa di Trani, dove dimora l'atelier artistico di Lomuscio, era presente nella persona dell'Arcivescovo mons. Giovanni Pichierri, scomparso di recente . Abbiamo seguito i passi di quest'opera nei contatti con l'artista Lomuscio e oggi accogliamo le parole del prof. Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani: "L'Angelo che risiede sulla sommità del Castello, che porta il suo nome e protegge la città posta ai suoi piedi, è sceso nei Giardini del Vaticano". Riscopriamo il culto dell'Arcangelo Michele sul Colle omonimo, oggi di Santa Lucia e San Leucio, dove sorgeva la Rocca di San Michele, "S. Angeli Arx", come attesta il Tortora e come riprese il Prof. Morea nel 1965.

Porgiamo gli auguri al Corpo della Polizia di Stato, cui abbiamo dedicato l'anno scorso l'opera di studio del Breve Apostolico del 1949 che proclama San Michele Patrono dei MILITES PUBLICAE SECURITATIS, "I Militari della Pubblica Sicurezza". Il Decreto Apostolico fu emesso proprio nel giorno della Festa del 29 Settembre e dal Castello Pontificio dove svetta la statua dell'Arcangelo. Auguri ai Michele, ai Gabriele, ai Raffaele, sotto la protezione degli Arcangeli, che guidano la storia dei Popoli, della Chiesa, degli uomini di fede e di pace.
Auguri!
maestro Peppino Di Nunno
Arcangelo Michele. Giardini del VaticanoArcangelo Michele nei Giardini del Vaticano
     Stilus Magistri

    Stilus Magistri

    Maestro d'altri tempi

    Indice rubrica
    Ospiti a Tavola 28 Ospiti a Tavola 28 Bartolomeo Scappi, il cuoco privato dei Papi
    Riscoperta “l’arena” di Margherita di Savoia Riscoperta “l’arena” di Margherita di Savoia Parola in dialetto, italiano e latino
    Il dio Giove a Canusium Il dio Giove a Canusium Scende sulla passerella di Giove Toro
    Pereunt et imputantur Pereunt et imputantur Dal latino al dialetto con Fernando Forino
    A Scuola nella Chiesa di S. Lucia A Scuola nella Chiesa di S. Lucia Lettura delle pietre sacre nel borgo antico del Castello
    La stella del mare fra le dodici stelle bibliche. La stella del mare fra le dodici stelle bibliche. La Festa dell'Immacolata Concezione
    La ricetta dei mostaccioli La ricetta dei mostaccioli Dall’Antica Roma ai nonni di Puglia
    Le 25 impronte di un cammino sacerdotale Le 25 impronte di un cammino sacerdotale I 25 anni di Don Felice Bacco a Canosa
    Milites  Publicae  Securitatis Milites Publicae Securitatis L’Arcangelo Michele, Patrono della Polizia di Stato
    MILITES  REI  AERARIAE MILITES REI AERARIAE San Matteo, Patrono della Guardia di Finanza
    Il Ponte di Canosa: Monumento sulle palafitte Il Ponte di Canosa: Monumento sulle palafitte Frontiera di civiltà e monumento senza frontiere
    Dolore e coscienza del terremoto Dolore e coscienza del terremoto Dal lutto nazionale al problema nazionale
    Le stampe antiche “del più grande dei suoi figli” Le stampe antiche “del più grande dei suoi figli” Cinquantenario di San Sabino a Canosa
    Binario morto di Puglia Binario morto di Puglia La cronaca delle esequie funebri
    © 2005-2017 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.