2023 Agosto Canosa: Superluna
2023 Agosto Canosa: Superluna
Stilus Magistri

Canosa: Superluna blu anche nel dialetto

E' nella posizione più vicina alla Terra

Oggi 31 agosto 2023 si verifica la superluna (blu) splendente in cielo. L'astrofisico Romano Serra: "In questo mese si verificano due lune piene, in più la luna si troverà anche al perigeo, cioè nella posizione in cui è più vicina alla Terra". La luna non è blu: "Il nome è un modo di dire anglosassone per indicare un evento raro". In questo mese la luna piena si è verificata due volte, nel 1° e nel 31 agosto. Il mese lunare è di 28 giorni, come il ciclo femminile e accumulandosi i giorni nel mese solare, la luna piena in un evento raro si verifica due volte in un mese. Lo abbiamo scritto nel mio libro del Dialetto canosino "Sulle vie dei ciottoli" del 2015 a pag 221 nei proverbi dialettali canosini , nel paragrafo " Aria e Natura" .

Il proverbio n. 242 mi fu evocato dalla compianta Gina Paulicelli: Dùdece so li móse, trìdece so le léune, / ma la notta cchiù longhe, quane te ne vè a còcche disciéune. (Dodici sono i mesi, tredici sono le lune, ma la notte più lunga, è quando vai a letto digiuno). Il bel proverbio mi è stato trasmesso da una ottantenne terziaria francescana, Gina Paulicelli, camiciaia. Il proverbio evoca le tredici lunazioni, legate ad antiche tradizioni pagane e popolari. L'anno solare contiene 13 lunazioni con denominazioni rituali della fecondità della terra, legate alle fasi lunari di 28 giorni; l'ultima è la "luna blu". La luna blu, evocata anche dalla canzone "blue moon" del 1934, rappresenta la seconda luna piena di un mese solare, fenomeno raro, che si è verificato nell'agosto del 2013 e nei due pleniluni del Luglio 2015.

Ammiriamo stasera 31 agosto 2023 la luna piena in cielo come le parlava il poeta Giacomo Leopardi. Ma bisognerà attendere nel 2037 per ammirare i due pleniluni in un mese. Io l'ammirerò dal cielo, ma Voi ammiratela limpida nel creato, la cui giornata ricorre il 1° settembre, evocata anche dal Laudato si' di Papa Francesco, che rilegge con noi San Francesco d0Assisi che lodava Dio per il Sole e la Luna. Buona luna blu a Voi!
Maestro Peppino Di Nunno
Foto a cura di Savino Mazzarella
  • Dialetto
Altri contenuti a tema
Il cantero nel dialetto: “Cùm’u vúlte e ccùme l’aggiòre …” Il cantero nel dialetto: “Cùm’u vúlte e ccùme l’aggiòre …” Storia semiseria di un antico vaso dei bisogni
Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” Non ce lo ricordiamo più “U mùnne nùste” La poesia di Sante Valentino per la "Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali"
ODE ALLA MIA TERRA ODE ALLA MIA TERRA Il componimento natalizio del poeta Sante Valentino
Sante Valentino premiato a “Salva la tua lingua locale” Sante Valentino premiato a “Salva la tua lingua locale” Il più autorevole premio letterario promosso dall'Unione Nazionale Pro Loco d'Italia
Il 2 novembre in poesia: JÁNGELE Il 2 novembre in poesia: JÁNGELE Gli Angeli nel componimento dialettale di Sante Valentino
La poesia “Umanità perduta” di Sante Valentino La poesia “Umanità perduta” di Sante Valentino Sarà ospite dell'Università della Terza Età "Ovidio Gallo" di Canosa
Canosa: ai turisti “Stàteve bbùne !” Canosa: ai turisti “Stàteve bbùne !” L'ultimo componimento dialettale di Sante Valentino
Canosa: Si declama  “sei quanto una pianta di perchiazza” Canosa: Si declama “sei quanto una pianta di perchiazza” Dal proverbio all’erba da insalata, dall’Antica Roma ai nostri giorni
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.