Stilus Magistri

Alla vita che nasce nelle nostre opere di bene

2016: Anno Santo, sabiniano, prodigioso, repubblicano

I nostri nonni nella metà del '900, augurando in dialetto "buona fine e buon principio", "fè na bòna fόne e nu bùne prencìpie", riportavano la continuità del tempo e nella ritualità che accompagna gli eventi, "cacciavano l'anno vecchio" dando il benvenuto all'anno nuovo, come ricordo e ho vissuto da bambino a casa dei miei nonni nella via della Passione, quando con il battipanni si scacciava un figurante che indossava il tabarro dei contadini e si accoglieva il più giovane di famiglia, che raffigurava l'anno nuovo. Ma l'anno vecchio non è solo da "scacciare" nelle cose negative; esso è soprattutto da "ringraziare", come avviene nel "Te Deum laudamus" dei Cristiani, nel ringraziamento nella Cattedrale San Sabino a Canosa, nelle radici sotterranee della Cripta sabiniana, nel saluto ai nati nel 2015 riportato dal Presidente della Repubblica Mattarella.

È stato bello partecipare in diretta con la storia e la fede con la preghiera di Papa Francesco, che al termine del ringraziamento ha venerato Gesù Bambino entrando nella Grotta in legno della natività con le stesse dimensioni delle figure dei 24 personaggi scolpiti in legno e dipinti dalla Diocesi del Trentino che saranno esposti anche in Terra Santa. Benvenuto anno nuovo 2016! Auspicando in rima… "fede con i Chierici e salute con i medici". E sfogliando le pagine del Calendario vogliamo soffermarci sui momenti comunitari, cui vogliamo aggiunegere i nuovi e buoni momenti della nostra vita personale. L' Anno Santo. È l'anno della pienezza del Giubileo, aperto da Papa Francesco e augurato anche in chiave laica dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella misericordia dell'uomo. Infatti lo stesso artistico presepe in legno di Piazza San Pietro, che l'anno prossimo sarà allestito da Malta, per la prima volta da uno Stato straniero, riporta fino al 2 Febbraio, come da tradizione e liturgia, l'icona dell'uomo della misericordia, di un uomo che aiuta con il cuore e la mano una persona fragile e sofferente. L'anno sabiniano con Mons. Felice Bacco da tempo abbiamo evidenziato che il 9 Febbraio 2016 ricorre la morte del dies natalis del Vescovo Sanctus Sabinus, nostro grande Patrono, avvenuta il quinto giorno alle Idi di Febbario dell'anno 566. Come popolo canosino prepariamoci e viviamo nella pienezza civile e religiosa, la ricorrenza storica di 1450 anni.

L'anno prodigioso!Il 25 Marzo 2016 , giorno dell'Annunciazione e Venerdì Santo della Crocifissione, il Signore rinnova il prodigio della Sacra Spina venerata nella Cattedrale di Andria. Nelle spine conficcate nel nostro cuore e nelle nostre ossa, la sacra spina del Signore ferma il tempo, svela il divino e l'eterno, vivifica e benedice la nostra esistenza.

L'anno repubblicanol presidente della Repubblica Mattarella nel discorso di fine anno ha sottolineato il 70° Anniversario della Repubblica italiana, nata con il Referendum del 2 Giugno del 1946. Prepariamoci, studiamo a Scuola, viviamo il valore della RES PUBLICA, della "Cosa Pubblica" che educa alla democrazia, alla legalità, alla convivenza civile. Prepariamo il compleanno di Piazza della Repubblica a Canosa, dove abbiamo posto la data repubblicana nell'anno 2011.

"Cresca la pace e la misericodia", augura Papa Franesco nell'Angelus del 1° Gennaio, dedicato anche alla Giornata della Pace con il motto ed il tema scelto dal Papa: "Vinci l'indifferenza e conquista la pace", mentre la marcia ha percoso le vie di Molfetta in Puglia.Che il nuovo anno sia migliore, con gli auguri di una "speranza reale" evocata da Papa Francesco. Siano con noi gli Angeli Custodi, inacaricati da Dio di custodire tutti i nostri passi (Salmo 90, v. 11). Ma il vecchio non cacciamolo tutto; quello che c'è di bello, di vero, di buono, custodiamolo. Con le parole di Papa Franesco e dei bambini di sei anni a Scuola, prima di questo Natale, che l'Anno Nuovo sia bello, vero, buono!
Auguri!
A. D. Anno del Signore 2016
maestro Peppino Di Nunno
Natività Cattedrale S.Sabino-CanosaPresepe Roma S.Pietro
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.