Storia e dintorni

Barletta non dimentica!

Non dimentica la sua storia, i sui drammi, le sue tragedie, le sua angosce....

Barletta non dimentica. Barletta non dimentica la sua Storia, i sui drammi, le sue tragedie, le sua angosce, le sue vittime, i suoi carnefici, i suoi eroi. Barletta non dimentica i suoi morti del settembre 1943. Ma Barletta, anche se volesse, non può dimenticare. Perché le braccia spalancate, come Cristo in croce, dei vigili urbani e dei netturbini a chiedere pietà di fronte alle armi spianate dei paracadutisti tedeschi, perché i corpi ammucchiati sull'asfalto dopo l'esecuzione, inermi, senza più vita, dietro un carretto ciondolante, sono immagini stampate nella memoria e nell'animo che ancora oggi, a 65 anni di distanza, colpiscono di un dolore atroce.
A scattare quelle fotografie furono i reparti della "Propaganda Kompanien", reparto dell'esercito tedesco che aveva il compito di documentare l'operato della Wehrmacht a uso propagandistico interno. Così della Barletta del settembre 1943 si sono conservati, nei fondi tedeschi, dei reperti storiografici di eccezionale valore: le foto dell'esecuzione dei vigili urbani e dei netturbini, le foto di scene di vita dei soldati tedeschi a Barletta, le foto della resa dei soldati italiani del locale Presidio della 209° Divisione Costiera, agli ordini del Colonnello Francesco Grasso.

Ed ancora, incredibilmente, un filmato video originale che mostra i combattimenti dei tedeschi per le strade di Barletta. E' l'Archivio della Resistenza e della Memoria di Barletta, sotto la direzione del Professor Luigi Di Cuonzo, a tenere in vita i ricordi di quei giorni del settembre 1943. Anche quest'anno l'Archivio ha preparato una serie di eventi ed iniziative di particolare importanza (si veda il programma allegato). Desideriamo segnalare in particolare la 3 giorni storiografica, dal 24 al 26 settembre.

A Barletta il 24 settembre sarà presente Carlo Gentile, storico presso l'Università di Colonia; Carlo Gentile è uno dei migliori ricercatori italiani sui fondi dell'Archivio Militare Tedesco di Friburgo ed è consulente e perito della magistratura militare italiana per quanto riguarda i processi ai criminali di guerra tedeschi in Italia. Carlo Gentile terrà la sua relazione su "La Propaganda Kompanien in Italia durante la 2a Guerra Mondiale".
Il 25 Maria Teresa Brancaccio e Roberta Gibertoni parleranno dell'"Eredità di Auschwitz". Il 26 chiuderà il ciclo della 3 giorni Adolfo Mignemi, uno dei maggiori storici italiani sulla fotografia. Mignemi, autore tra l'altro di libri come "Storia fotografica della Resistenza" e "Storia fotografica della Repubblica Sociale Italiana" (entrambi editi da Bollati Boringhieri) parlerà di "Parole, luoghi e immagini della Resistenza a Barletta". Consigliamo vivissamente a tutti gli appassionati di storiografia contemporanea di non perdersi questa eccezionale 3 giorni.

Domenica 28 settembre il Mese della Memoria a Barletta si chiuderà, con una interessante, innovativa iniziativa che forse non ha precedenti in Puglia: "La Storia…in Piazza". A partire dalle ore 20.00, infatti, in Piazza dei Caduti in Guerra, si alterneranno proiezione di documentari e letture di brani storici.

Link del video realizzato dalla Professoressa Maria Grazia Tarantino, figlia del Colonnello Francesco Grasso, sui fatti di Barletta nel settembre 1943 (a partire dal minuto 3.15 del video iniziano le eccezionali immagini originali del video girato dalle truppe tedesche della Propaganda Kompanien")
http://www.resistenzabarletta.it/filmato/page9.html

FRANCESCO MORRA



(Ci scusiamo per la qualità della stampa del programma che di seguito riportiamo)
Barletta non dimenticaBarletta non dimenticaBarletta non dimentica
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.