S.Elisabetta d'Ungheria
S.Elisabetta d'Ungheria
Storia e dintorni

Festa di Santa Elisabetta d’Ungheria

Patrona dell’Ordine Francescano Secolare

Il 17 Novembre ricorre la memoria liturgica di Santa Elisabetta d'Ungheria, Patrona dell'Ordine Francescano Secolare. Nella Chiesa dell'Immacolata di Canosa di Puglia(BT), la Fraternità dell'OFS di Canosa, sorta nel 1924 celebra la Santa Messa alle ore 18,00 di domenica 18 Novembre con la guida dell'Assistente spirituale padre Antonio Cofano e della Ministra Maria Grimaldi offrendo nel rituale il pane benedetto in riferimento al miracolo delle rose (rose Wunder) della Principessa Santa.

SANTA ELISABETTA D'UNGHERIA – LA PRINCIPESSA SANTA
"Sazietà di Dio" (Dei saturitas)
Patrona dell'Ordine Francescano Secolare
Festa del 17 Novembre
Elisabetta d'Ungheria, Principessa di Turingia, nacque il 2 Luglio 1207 e morì il 17 Novembre 1231 a soli 24 anni a Marburg in Germania, dove riposa nella prestigiosa Chiesa di Santa Elisabetta, Elisabethkirche di Marburg. La Chiesa di Amburg ci ha gentilmente inviato fraterni saluti e numerose foto di Santa Elisabetta per la nostra celebrazione, "per il servizio divino benedetto del 17 Novembre", (Einen gesegneten Gottesdienst am 17 November). Questo il messaggio inviato dalla Chiesa di Marburg in Germania:
Sehr geehrte Damen und Herren,
Hier sende ich Ihnen zwei Fotos. Ein Foto mit dem Rosenwunder. Und ein Foto aus dem Elisabethaltar von Ludwig Juppe. Elisabeth nuímmt einen Aussätzigen auf und sieht in ihm den leidenden Christus. Hier ist die Bettecke voller Rosen.
Einen gesegneten Gottesdienst am 17 November.
Mit freundlichen Grüßen
Bernhard Dietrich

Brani della Bolla di canonizzazione GLORIOSUS IN MAIESTATE di Papa Gregorio IX del 1° giugno 1235
II Papa fa grandi elogi di Elisabetta: la sua origine regale, l'amore alla povertà a servizio dei poveri, il voto di obbedienza, il gusto per la preghiera, la vita di fede, la sua professione della penitenza francescana testimoniata anche dall'abito grigio, la varietà dei miracoli operati da Dio per i suoi meriti.

Il dies natalis giorno della morte del 17 novembre 1231, la Principessa Santa della Carità a soli 24 anni salì al cielo. La Bolla di canonizzazione prescrive di "celebrare solennemente la sua festa, come richiede la meravigliosa grandezza dei suoi meriti, il giorno 17 novembre di ogni anno, il giorno cioè in cui Elisabetta, sciolta dai vincoli della morte, si è incamminata verso la sorgente della beatitudine eterna per vivere senza fine".

O felix mulier! o matrona mirabilis! o dulcis Elisabeth, dicta Dei saturitas, quae pro refectione pauperum panem meruerit Angelorum! O inclita vidua, virtutum foecunda soboles...
O felice donna! o matrona mirabile! o dolce Elisabetta, chiamata «sazietà di Dio», che ha meritato il pane degli Angeli mediante il nutrimento dei poveri! O inclita vedova, stirpe feconda di virtù, che, adoperandosi di conseguire mediante la grazia ciò che non poteva ottenere per mezzo della natura, ha sconfitto i crudeli nemici dell'anima con lo scudo della fede, con la corazza della giustizia, con la spada dello spirito, con l'elmo della salvezza e con l'asta della perseveranza. In tal modo si rese tanto amabile allo sposo immortale e si rassomigliò alla Regina delle vergini con l'amore costante, abbassando il suo dominio principesco al servizio di umile serva.

Nell'imitazione della Santa affidiamo il nostro cammino e le nostre opere alla Patrona dell'Ordine Francescano Secolare. Auguri a tutti i Francescani Secolari
Maestro Peppino Di Nunno
S.Elisabetta d'UngheriaCelebrazioni per Santa Elisabetta d’Ungheria-CanosaS.Elisabetta d'UngheriaSanta Elisabetta d'Ungheria
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.