Prefetto Riflesso
Prefetto Riflesso
Amministrazioni ed Enti

Le Prefetture sono costantemente in prima linea nella lotta alle infiltrazioni mafiose

Partito da Barletta il ciclo di incontri sul contrasto alle infiltrazioni criminali nelle grandi opere

Ha avuto inizio questa mattina da Barletta il ciclo di incontri nell'ambito del progetto "M.A.S.I.I.P." sul contrasto preventivo alle infiltrazioni criminali nel settore delle infrastrutture paritarie e strategiche. Una giornata formativa promossa dal C.C.A.S.I.I.P. (Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari), organo interistituzionale e strumento intergovernativo nella prevenzione antimafia di taluni contratti pubblici, con l'obiettivo di rafforzare il monitoraggio ai fini antimafia nel settore delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari, per contribuire al contrasto della criminalità nell'ambito delle grandi opere.

Siamo davvero onorati di aver ospitato proprio nel Palazzo del Governo di Barletta il primo degli appuntamenti del progetto Masiip per formare gli attori coinvolti nel monitoraggio antimafia rispetto al tema del contrasto alle infiltrazioni criminali nel settore delle infrastrutture - ha dichiarato nel corso del suo saluto introduttivo il Prefetto di Barletta Andria Trani Rossana Riflesso - Le Prefetture sono costantemente in prima linea nella lotta alle infiltrazioni mafiose, sia quelle riferite alle grandi opere che quelle di più modesto rilievo. La nostra provincia è in particolare connotata dalla presenza di criminalità comune ma anche organizzata, contaminata da realtà limitrofe ma anche straniere. Il nostro territorio è un terreno fertile perché gode di un tessuto economico particolarmente attivo e ricco, caratterizzato da piccole e grandi imprese, attività commerciali, industriali ed agricole, che ne fanno una delle province più ricche della Puglia. Proprio il settore agroalimentare è quello che subisce una considerevole ingerenza da parte delle organizzazioni criminali, la cosiddetta agromafia. E' dunque evidente che in tale contesto risulta necessario svolgere un'attività di contrasto ma anche di prevenzione antimafia. E' costante - ha poi concluso il Prefetto Riflesso - la nostra attenzione rispetto a queste tematiche e molto lavoro è ancora in corso, come la riedizione degli innumerevoli Protocolli già sottoscritti, alcuni dei quali scaduti e per i quali stiamo provvedendo ad una rielaborazione ancor più incisiva".

"Torno molto volentieri in questo Palazzo del Governo, sede che ho avuto modo di individuare anni fa per ospitare gli uffici della Prefettura di Barletta Andria Trani, nata per rispondere alle numerose esigenze di un'intera comunità - ha invece dichiarato il Prefetto Michele Di Bari, Presidente del Comitato di Coordinamento per l'Alta Sorveglianza delle Infrastrutture e degli Insediamenti Prioritari (C.C.A.S.I.I.P.) -. L'odierna giornata formativa di prevenzione antimafia rappresenta una risposta fattiva e concreta che il Ministero dell'Interno vuol dare, assieme alla Presidenza del Consiglio, alla Direzione Investigativa Antimafia ed alle Procure della Repubblica, rispetto alla possibilità che le organizzazioni malavitose possano infiltrarsi nell'utilizzo delle ingenti risorse previste, anche dal PNRR, per la realizzazione delle opere paritarie e strategiche sul territorio nazionale".

Nel corso della giornata si sono susseguiti gli interventi di Andrea Chiacchiararelli, referente del progetto MASIIP per il Dipartimento per la Programmazione ed il Coordinamento della Politica Economica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell'Avvocato dello Stato designato dal CCASIIP Lydia Fiandaca, del componente CASIIP per l'Autorità Nazionale Anticorruzione (A.N.A.C.) Federico Dini e di Maria Cristina Fiorentino del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane - Rapporti Protezione Civile Antimafia, che hanno discusso dell'evoluzione del monitoraggio antimafia nelle opere e nelle infrastrutture prioritarie attribuite al Comitato Interministeriale per la programmazione economica e lo Sviluppo Sostenibile.

Ancora, il Presidente del Tribunale di Trani Antonio De Luce, il Ten. Col. della Guardia di Finanza Vincenzo Mirra della Direzione Centrale della Polizia Criminale ed il Ten. Col. Sandro Alverone della Direzione Investigativa Antimafia hanno poi raccontato le esperienze ed il senso di appartenenza alla rete antimafia, mentre il Segretario Generale della Fillea Cgil Ignazio Savino, il Vicepresidente del CCASIIP Emanuele Maugeri e Riccardo o Coletta del Progetto MASIIP hanno parlato del rafforzamento degli strumenti antimafia e del supporto della società civile.
  • Prefetto Riflesso
Altri contenuti a tema
Barletta: Visita istituzionale  dell’ambasciatore della Slovenia Matjaz Longar in Prefettura Barletta: Visita istituzionale dell’ambasciatore della Slovenia Matjaz Longar in Prefettura Affrontati argomenti di comune interesse, sia di carattere economico che culturale
Sviluppare una coscienza civica di resistenza rispetto ad ogni forma di discriminazione, di violenza Sviluppare una coscienza civica di resistenza rispetto ad ogni forma di discriminazione, di violenza Celebrato in Prefettura il Giorno della Memoria
Festività di fine anno:  Ripresi i controlli della Commissione Tecnica in materia di sostanze esplodenti Festività di fine anno: Ripresi i controlli della Commissione Tecnica in materia di sostanze esplodenti La dichiarazione del Prefetto di Barletta Andria Trani Rossana Riflesso
Sicurezza nelle Farmacie: Firmato il Protocollo d’intesa in Prefettura Sicurezza nelle Farmacie: Firmato il Protocollo d’intesa in Prefettura Misure idonee a tutela dei professionisti e dei cittadini
Maggior sicurezza nelle farmacie del territorio Maggior sicurezza nelle farmacie del territorio In Prefettura la firma di un protocollo d’intesa
Cosimo Sciannamea, insignito dell'Onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana Cosimo Sciannamea, insignito dell'Onorificenza di Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana Stamani la cerimonia di consegna in Prefettura
A Barletta, la cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana A Barletta, la cerimonia di consegna delle Onorificenze al Merito della Repubblica Italiana Sarà introdotta da un'esibizione canora del tenore Aldo Caputo
Apprezzamento per il personale Capitaneria di Porto di Barletta Apprezzamento per il personale Capitaneria di Porto di Barletta Il  Prefetto Rossana Riflesso si è recata in visita
© 2005-2023 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.