Mausoleo Bagnoli Canosa
Mausoleo Bagnoli Canosa
Vita di città

I terreni del Tratturo Regio affidati al mondo sociale

Per favorirne la fruizione turistica e culturale

I terreni agricoli comunali lungo il Tratturo Regio, nel tratto compreso tra il Ponte Romano e il Mausoleo di Bagnoli, saranno affidati in concessione ad organizzazioni di volontariato o a cooperative sociali per favorirne la fruizione turistica e culturale, prevalentemente pedonale o in bicicletta, in coerenza con il "Parco dei tratturi". Le stesse organizzazioni di volontariato ed associazioni di promozione sociale, le imprese sociali, comunità ed enti operanti nel sociale, e le associazioni di volontariato o cooperative sociali, saranno selezionate dal Comune di Canosa attraverso procedure di evidenza pubblica, secondo gli indirizzi e le direttive previste dal bando. A deliberarlo è stata la Giunta comunale nella seduta del 17 dicembre 2015, con delibera n. 240.

Il Comune è proprietario dei terreni ricadenti sul Tratturo Regio nel tratto compreso tra il Ponte Romano sull'Ofanto e il Mausoleo Bagnoli, sottoposti a tutela, secondo il "Piano comunale dei Tratturi" (Delibera di C.C. n. 57 del 28-11-2008). La destinazione dell'immobile, ai sensi della L.R. n. 29 del 23/12/2003, che classifica l'immobile come "Tronchi armentizi che conservano l'originaria consistenza o che possono essere alla stessa reintegrati, è legata al recupero anche in funzione delle possibili fruizioni turistiche-culturali. Il Piano comunale dei Tratturi dispone che l'area da affidare in concessione è classificata "Aree di pertinenza di tipo "a", ovvero, quelle che conservano l'originaria consistenza o possono essere reintegrate per costituire l'originaria consistenza. "Possono quindi essere riqualificate con nuove piantumazioni – spiega Sabino Facciolongo, assessore all'Archeologia -, attrezzate con pista ciclopedonale e piazzette di sosta e ristoro, attrezzate con parcheggi di scambio intermodale e strutture di gestione, consentendo di realizzare, con caratteri di continuità, un percorso verde turistico-culturale che andranno a costituire la parte canosina del Parco Regionale dei Tratturi. In queste aree l'intervento è finalizzato a favorire la fruizione, il più possibile lineare e continua, turistica e culturale prevalentemente pedonale o in bicicletta, in coerenza con l'obiettivo della creazione del "Parco dei tratturi" di Canosa, quale componente di quello regionale. Nelle attività previste è compresa la messa a dimora di nuove essenze cespugliose, arbustive ed arboree, costituite da mirto, bosso, lavanda, rosmarino, lecci e roverelle".

Con deliberazione di Consiglio comunale dell'8 settembre 2015 è stato approvato il "Piano delle alienazioni e valorizzazioni degli immobili per l'anno 2015", il quale comprende, tra gli immobili dichiarati non più strumentali all'esercizio delle funzioni istituzionali di questo Comune, i terreni agricoli, siti in agro di Canosa di Puglia, lungo il Tratturo Regio nel tratto compreso tra il Ponte Romano e il Mausoleo di Bagnoli, censiti in catasto terreni del Comune di Canosa di Puglia. La proprietà dell'immobile riviene a seguito di espropriazione nell'ambito dei lavori di "Valorizzazione del Tratturo Regio" dal Ponte sull'Ofanto al Mausoleo Bagnoli, finanziati nell'ambito dei "P.O.P. – PUGLIA 94/99 – Sottoprogramma n° 4 Misura 4.2.3 lett.a) – Ristrutturazione e valorizzazione del patrimonio rurale".

"Considerato che è necessario garantire il mantenimento in vita delle essenze arboree piantumate lungo il viale ciclo-pedonale – ha concluso il sindaco Ernesto La Salvia - , più volte oggetto di atti vandalici, la cura, la manutenzione e la custodia dei terreni costituenti il tronco armentizio e che le risorse a disposizione del Comune non consentono di garantire una corretta manutenzione dei prati erbosi e degli annessi, viale e pista ciclabile, è auspicabile, considerato il periodo di grave crisi economica, dare la possibilità, per le fasce di popolazione meno abbienti, di ricavare un minimo di sostentamento. Il Comune di Canosa di Puglia, infatti, intende promuovere l'utilizzo a fini sociali dei beni patrimoniali facenti parte del demanio e del patrimonio indisponibile del Comune, non più utilizzati per finalità istituzionali".

Ufficio Stampa Francesca Lombardi
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.