Coldiretti
Coldiretti
Territorio

I giovani: una risorsa essenziale per mantenere vitali i territori rurali

Il ricambio generazionale è una priorità del Piano strategico dell’Italia

Propensi all'innovazione e al cambiamento, i giovani rappresentano una risorsa essenziale per mantenere vitali i territori rurali in termini economici e sociali, con una crescita dell'8% delle aziende giovani, nonostante un panorama aggravato dalla pandemia, secondo il I° rapporto sui giovani in agricoltura del Centro Studi Divulga 2021. E' quanto emerso nel corso del NewCap Inform Tour organizzato da Coldiretti Giovani Impresa Puglia sulla nuova PAC 2023 – 2027. "Il tema del ricambio generazionale è una priorità del Piano strategico dell'Italia che individua un insieme di strumenti per sostenere ed attrarre i giovani in agricoltura agevolandone l'accesso ai fattori di produzione, quali il credito ed ai capitale fondiario, e offrendo opportunità di formazione volte ad accrescere le capacità professionali e imprenditoriali. In continuità con la programmazione precedente, quindi, la strategia per i giovani in agricoltura e il ricambio generazionale sarà realizzata attraverso una quota di pagamenti diretti e nell'ambito dello sviluppo rurale", ha spiegato il segretario nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, Stefano Leporati.

L'identikit del giovane agricoltore 4.0 con la guerra e dopo due anni di emergenza sanitaria causata dal Covid fotografa una crescita esponenziale dell'attitudine alla multifunzionalità in agricoltura, con il 44% dei giovani imprenditori agricoli pugliesi concentrati sulla diversificazione aziendale, con particolare attenzione alla vendita diretta (35%), alla trasformazione agroalimentare (51%) e all'agriturismo (28%), secondo la rilevazione di Coldiretti Giovani Impresa Puglia. "La pandemia prima e la guerra in Ucraina poi hanno accelerato il fenomeno del ritorno alla terra e maturato la convinzione comune che le campagne siano oggi capaci di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale, peraltro destinate ad aumentare nel tempo" afferma la leader dei giovani della Coldiretti Puglia, Benedetta Liberace nel sottolineare che "occorre ora sostenere il sogno imprenditoriale di una parte importante della nostra generazione che mai come adesso vuole investire il proprio futuro nelle campagne, abbattendo gli ostacoli burocratici che troppo spesso si frappongono". La burocrazia sottrae fino a 100 giorni all'anno al lavoro in azienda ma, soprattutto, con l'inefficienza, frena l'avvio di nuove attività di impresa contrastando anche le opportunità che possono generarsi attraverso i Bandi del Programmi di sviluppo rurale (Psr).

La rinnovata attrattività della campagna per i giovani – continua Coldiretti Puglia – si riflette nella convinzione comune che l'agricoltura sia diventata un settore capace di offrire e creare opportunità occupazionali e di crescita professionale, peraltro destinate ad aumentare nel tempo. Non è dunque un caso che oltre otto italiani su dieci (82%) sarebbero contenti se il proprio figlio lavorasse in agricoltura secondo l'indagine Coldiretti/Ixè. La capacità di innovazione e di crescita multifunzionale porta le aziende agricole dei giovani ad avere una superficie superiore di oltre il 54 per cento alla media, un fatturato più elevato del 75 per cento della media e il 50 per cento di occupati per azienda in più. E se tra i giovani imprenditori agricoli c'è chi ha scelto di raccogliere il testimone dai genitori, la vera novità rispetto al passato – conclude Coldiretti Puglia – sono gli under 35 arrivati da altri settori o da diverse esperienze familiari che hanno deciso di scommettere sulla campagna con estro, passione, innovazione e professionalità, i cosiddetti agricoltori di prima generazione.
  • Coldiretti
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Siccità: Olivi in stress idrico, serve piano invasi Siccità: Olivi in stress idrico, serve piano invasi Si conclude giugno da bollino rosso
Emergenza caldo: disagi notturni, insonnia per 800mila pugliesi Emergenza caldo: disagi notturni, insonnia per 800mila pugliesi I consigli alimentari per garantirsi un buon riposo
Caldo e siccità : invasione di insetti e acari Caldo e siccità : invasione di insetti e acari Monitoraggio della Coldiretti Puglia
Bari: Cooking Class delle signore delle orecchiette Bari: Cooking Class delle signore delle orecchiette Per la Festa del grano, il cereale più ricercato del momento
Puglia: L’assenza di lavoratori italiani nei campi Puglia: L’assenza di lavoratori italiani nei campi Si fa sentire in maniera forte la penuria di manodopera
Siccità: I segreti per salvare gli orti Siccità: I segreti per salvare gli orti Un vademecum per far fronte alle misure di restrizione sull’uso dell’acqua potabile
Emergenza siccità:  La Puglia è la regione d'Italia dove piove meno Emergenza siccità: La Puglia è la regione d'Italia dove piove meno Impatti gravi sull’agricoltura e favorisce i roghi
Emergenza siccità: Avviare un grande piano nazionale per gli invasi Emergenza siccità: Avviare un grande piano nazionale per gli invasi Coldiretti Puglia: Ogni anno si perde l’ 89% dell’acqua piovana
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.