Rifiuti
Rifiuti

Canosa: Il nuovo servizio di raccolta dei rifiuti urbani e modalità di conferimento alle isole ecologiche

Italia Nostra Canosa pone 10 domande al Sindaco

"""Le molteplici emergenze ambientali che affliggono la città di Canosa di Puglia sono state ulteriormente aggravate dall'avvio del nuovo servizio di raccolta dei rifiuti urbani. A distanza di 140 giorni dall'avvio del nuovo servizio non è stato ancora pubblicato sull'Albo Pretorio del Comune il Contrato di Servizio tra il Comune stesso e la nuova ditta che dal 21 giugno scorso espleta il servizio. Il Codice dei Contratti pubblici prevede che, divenuta efficace l'aggiudicazione della gara pubblica, la stipulazione del contratto d'appalto deve avvenire entro i successivi 60 giorni. Non costituisce giustificazione adeguata per la mancata stipulazione del contratto nel termine previsto, la pendenza di ricorso giurisdizionale, nel cui ambito non sia stata disposta o inibita la stipulazione del contratto. Per questa ragione rivolgiamo al Sindaco di Canosa le seguenti 10 domande.
1) Non ritiene, Sindaco, che dopo 140 giorni dal subentro del nuovo appaltatore nel servizio di raccolta dei rifiuti urbani, la mancata stipulazione del Contratto d'appalto rappresenti una grave violazione della legge?
2) Non ritiene, Sindaco, che le due isole ecologiche a disposizione, quella presso l'ex mattatoio comunale e il CCR a Loconia siano inadeguate a soddisfare le reali esigenze della città?
3) Non ritiene, Sindaco, che le regole stabilite per accedere alle due isole ecologiche, per gli orari di apertura limitati e per le modalità di accettazione dei rifiuti, siano molto penalizzanti per l'utenza?
4) Non ritiene, Sindaco, che costringere l'utenza a conferire le apparecchiature elettriche ed elettroniche da dismettere al solo CCR di Loconia rappresenti una ulteriore penalizzazione ?
5) E' al corrente, Sindaco, che agli utenti che si recano all'isola ecologica presso l'ex mattatoio comunale, durante gli orari di apertura, viene spesso inibito l'accesso, perché sia l'isola ecologica che tutta l'area antistante l'ex mattatoio è occupata dall'intero parco di compattatori in dotazione alla ditta?
6) E' al corrente Sindaco, che spesso nell'isola ecologica e in tutto lo spazio antistante l'ex mattatoio sono effettuate le operazioni di trasferimento dei rifiuti tra i diversi compattatori, in un'area demaniale, non impermeabilizzata e quindi non idonea per questo tipo di operazioni ?
7) E' al corrente Sindaco, che nell'isola ecologica presso l'ex mattatoio vengono lavati i compattatori e le spazzatrici e che il percolato defluisce nel canale adiacente per riversarsi poi nel Canale della Piena delle Murge e quindi nell'Ofanto?
E' al corrente Sindaco, che queste operazioni di lavaggio dei mezzi avvengono durante gli orari di apertura al pubblico, costringendo gli utenti a camminare su un piazzale intriso di percolato per raggiungere i contenitori?
9) Non ritiene Sindaco che quell'area destinata ad isola ecologica non sia attrezzata per quelle operazioni di lavaggio dei mezzi e non abbia neanche le necessarie autorizzazioni per poterlo fare?
10) Infine Sindaco, non ritiene che la situazione testè descritta configuri un grave pregiudizio per la condizione generale dell'igiene della nostra città, e che, nella sua qualità di responsabile della salute pubblica, debba mettere in atto azioni tempestive ed adeguate per la rimozione di tali gravi criticità?
Continueremo Sindaco a fargli queste 10 domande fino a quando non riceveremo risposte.""" E' quanto riporta Italia Nostra Canosa di Puglia sulla pagina di Facebook
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.