Canosa rifiuti
Canosa rifiuti

Canosa: grave situazione ambientale alla periferia della città

La segnalazione di Italia Nostra di Canosa

il 25 maggio 2022, ITALIA NOSTRA CANOSA DI PUGLIA ha segnalato alle autorità competenti la grave situazione ambientale in essere alla periferia della città, alle spalle del vecchio Macello comunale e sul canale denominato Canale della piena delle Murge. """La situazione di grave emergenza ambientale in essere in Canosa di Puglia, alla periferia ovest/nord – ovest della città, dietro il vecchio Macello Comunale dismesso, sul canale della bonifica denominato Canale della Piena delle Murge, presso la Strada Provinciale n. 2. L'area è classificata nella cartografia del Piano Urbanistico Generale del Comune di Canosa " ad Alta pericolosità idraulica" per la presenza del canale artificiale chiamato Canale della Piena delle Murge, che interseca in quel punto la S.P. 2,strada intensamente trafficata. Il canale costeggia nel suo tratto terminale detta Strada Provinciale per poi confluire nell'Ofanto.

Un primo elemento di criticità è rappresentato dall'essere il canale occupato , fino ad essere in alcuni punti completamente obliterato, da una fitta vegetazione che impedisce il regolare deflusso delle acque. In casi di eventi di piogge eccezionali, le acque tracimano, invadendo la sede stradale e creando una situazione di grave rischio per la circolazione. Le riprese del video che alleghiamo riprendono un evento di pioggia non eccezionale. E' evidente che la situazione di pericolo idraulico è accentuata dalla mancata pulizia del canale nel suo tratto terminale. E' di somma urgenza liberare il canale dalla vegetazione presente allo scopo di prevenire qualsiasi rischio alle persone e alle cose. L'area è anche diventata una discarica abusiva, piena di rifiuti ingombranti e rifiuti pericolosi. I rifiuti, come si rileva dal video, occupano le aree circostanti il canale, le sponde ed il letto dello stesso canale, contribuendo così ad aumentare lo scenario di rischio dell'intera area.

Una ulteriore criticità è rappresentata dai continui incendi accesi da soggetti che illegalmente bruciano ogni specie di rifiuti per ricavarne materiale ferroso da vendere. Gli incendi provocano emissioni diffuse maleodoranti, accompagnate da colonne di fumo. L'area sorge a poca distanza da un Istituto scolastico, da alcuni stabilimenti vinicoli oltre che da abitazioni private. Le emissioni provenienti dalla combustione dei rifiuti, anche pericolosi, andrebbero analizzate per valutarne la eventuale tossicità. La situazione di rischio per la salute pubblica e per l'ambiente in generale è stata oggetto di numerose segnalazioni sulla pagina Facebook della associazione scrivente, ma ad oggi non si rileva nessuna azione intesa a contrastare l'abbandono illegale di rifiuti su quel sito. Chiediamo pertanto agli Enti in indirizzo di mettere in atto tutte le azioni, per la parte di rispettiva competenza, utili a rimuovere la situazione ora descritta. La presente è indirizzata alla Procura della Repubblica di Trani, nel caso dovesse ravvisare fatti e circostanze di propria competenza."""


Questa segnalazione ITALIA NOSTRA CANOSA DI PUGLIA l'ha inoltrata alla Procura di Trani, ai Carabinieri del NOE, alla ASL all'ARPA , all'Ente di Bonifica oltre che al Sindaco di Canosa. "Considerato l'oggetto della segnalazione, - come riporta la nota ITALIA NOSTRA CANOSA DI PUGLIA - abbiamo preferito in campagna elettorale non rendere pubblica questa segnalazione ed il video che l'accompagna , per non essere accusati di fare, anche noi campagna elettorale. A campagna elettorale terminata riteniamo utile mettere al corrente la pubblica opinione della grave situazione in essere."
© 2005-2022 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.