Ahmed Amine Galdoune
Ahmed Amine Galdoune
Ciclismo

Tutti pronti per la 66^Coppa San Sabino

I dettagli della gara

A Canosa di Puglia(BT) si va delineando sempre più quella che viene definita dagli addetti ai lavori la classica per eccellenza dell'estate ciclistica pugliese in ambito dilettantistico. Per la 66^Coppa San Sabino, l'Associazione Sportiva Dilettantistica Gruppo Sportivo Patruno sta lavorando alacremente per offrire un'edizione dai contenuti tecnici e sportivi rilevanti per assistere allo spettacolo che solo il ciclismo ad alto livello sa offrire. Insignito della "Medaglia di Bronzo al Merito Sportivo" nel 2006 con tanti anni di attività agonistica alle spalle sia a livello regionale che nazionale, il sodalizio canosino presieduto dall'instancabile patron Sabino Patruno si occupa dell'intera organizzazione dell'evento con tanto lavoro, passione, voglia di fare bene e di continuare la tradizione di questa manifestazione che gode del patrocinio dalla Regione Puglia, dalla Provincia Barletta-Andria-Trani, dal Comune di Canosa di Puglia, dal locale Comitato Feste Patronali e sotto l'egida della Federazione Ciclistica Italiana-Comitato Regionale Puglia. L'albo d'oro dei vincitori della Coppa San Sabino annovera tra gli altri: il marocchino Ahmed Amine Galdoune (Delio Gallina Colosio Eurofeed) della passata edizione dopo l'ucraino Marlen Zmorka nel 2014 ed il colombiano Julian Munoz nel 2007, mentre gli unici canosini ad averla vinta sono stati Antonio Iacobone nel 1969 e l'indimenticabile Leonardo Marcovecchio nel 1970 e 1976.

Abbinata al 31° Gran Premio d'Estate e alla 15° Medaglia d'Oro San Sabino, la Coppa San Sabino presenta un percorso totalmente rinnovato rispetto alle passate edizioni con un anello cittadino di 5,6 chilometri da ripetere 21 volte per un totale di 117,6 chilometri, tra via Giovanni Bovio (sede di partenza e di arrivo), via Fabrizio Rossi, via De Gasperi, via Cerignola, innesto sulla Strada Provinciale 59, Corso Garibaldi, Via Piave e Piazza Vittorio Veneto. Un tracciato apparentemente facile ma con l'insidia delle curve e di qualche tratto in pavè nelle vicinanze dell'arrivo, aperto a più soluzioni: dalla volata di gruppo al colpo da finisseur come è accaduto nelle precedenti edizioni. Alla gara ci sono già 100 iscritti, tesserati per le squadre : Delio Gallina Colosio Eurofeed, Team Palazzago Amaru, Aran Cucine, Vejus-Tmf, Team RSM Academy, Team Stipa Allestimenti Fiere Milano, Hopplà Petroli Firenze, Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano, UC Pistoiese, Sangemini MG K Vis, UC Pregnana-Team Scout, Team Abmol.

Le operazioni di verifica licenze sono previste la mattina del 2 agosto a partire dalle ore 10,00 in via Giovanni Bovio a Canosa di Puglia(BT), seguite dalla riunione tecnica prima della partenza ufficiosa, nelle immediate adiacenze della Cattedrale San Sabino, dove i ciclisti renderanno omaggio al santo patrono con la deposizione di una ghirlanda di fiori, per poi prendere il via (alle ore 15,45) alla gara che ancora mantiene fede alla tradizione e alla passione sportiva popolare di tutta la città .
Leonardo Marcovecchio (1941-2012)Sabino Patruno e Stefano BortolottiArrivo 1° Zmorka 2° ShumovL’ ucraino Marlen Zmorka1° Ahmed Amine Galdoune (Delio Gallina Colosio Eurofeed)
    © 2005-2017 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.