A Canosa don Jean Paul Lieggi
A Canosa don Jean Paul Lieggi
Eventi e cultura

Una catechesi narrativa per prendersi cura degli altri

A Minervino Murge si conclude il percorso per i catechisti

Elezioni Regionali 2020
Sarà la parrocchia "San Michele Arcangelo" di Minervino Murge(BT) ad ospitare il terzo incontro sulla catechesi narrativa che si terrà alle ore 19.00 di lunedì 10 febbraio a conclusione di un percorso programmato dall'ufficio catechistico diocesano a sostegno della Lettera Pastorale "Si prese cura di lui" del Vescovo di Andria Mons. Luigi Mansi. Come i due incontri precedenti, che hanno visto la partecipazione attenta e numerosa di catechisti provenienti da tutte le parrocchie della diocesi, anche quest'ultimo incontro avrà come relatore don Jean Paul Lieggi, docente di Teologia presso la Facoltà Teologica Pugliese. Il primo incontro è stato introdotto da Mons. Luigi Mansil che ha sottolineato l'importanza di attuare nella catechesi come nella totalità della vita pastorale uno spostamento di prospettiva passando dalla centralità dei contenuti e delle attività pastorali a puntare l'attenzione in modo preminente sulle persone. Dopodiché il relatore ha sviluppato il tema, evidenziando in primo luogo la necessità di comprendere e recuperare la distinzione, all'interno dei Vangeli, tra ciò che è narrazione teologica e ciò che è teologia narrativa. Nella narrazione teologica c'è un fatto storicamente avvenuto che l'evangelista interpreta con gli occhi della fede accentuando aspetti che più interessano al messaggio teologico che intende trasmettere, mentre nella narrazione narrativa si trovano racconti che non hanno alcuna pretesa storica, sebbene non possa essere esclusa, perché lo scopo degli evangelisti rimane quello di annunciare la fede.

Nel secondo incontro, che ha avuto come tema: "Una catechesi narrativa per prendersi cura di se stessi", don Lieggi ha sottolineato che la bellezza della narrazione sta soprattutto nella capacità di saper raccontare non solo e non tanto ciò che è riportato nei Vangeli quanto soprattutto ciò che essi hanno realizzato nella vita di chi racconta La narrazione è il racconto di un'esperienza che coinvolge chi la racconta con il desiderio di coinvolgere anche chi l'ascolta. L'annuncio del Vangelo è infatti mosso dall'irresistibile esigenza interiore di colui che parla di condividere la gioia di qualcosa che ha trasformato la sua esistenza rendendola più bella. In un tempo in cui la fede non costituisce più un presupposto ovvio del vivere comune, anzi viene spesso negata e ridicolizzata perché ritenuta inutile ai fini di una pienezza di vita, solo condividendo e narrando la propria fede, la Chiesa può vivere la missionarietà.
  • Diocesi di Andria
Altri contenuti a tema
La Caritas diocesana di Andria assegna 100 borse di studio La Caritas diocesana di Andria assegna 100 borse di studio Per la fornitura libri di testo nell'ambito progetto "Ritorniamo a scuola"
Un modo diverso di vivere il Vangelo Un modo diverso di vivere il Vangelo Il Campanile n.3 – Maggio/Giugno 2020
Il dolore e la sofferenza vissuti in questi mesi di pandemia Il dolore e la sofferenza vissuti in questi mesi di pandemia Il nuovo numero “Insieme” ritorna nelle parrocchie e nelle librerie
Restate a casa …dove? Restate a casa …dove? L'intervento di Don Geremia Acri per dare sostegno concreto alle situazioni di fragilità sociale ed economica
La Lunga Notte delle Chiese La Lunga Notte delle Chiese La Diocesi di Andria ha aderito all'iniziativa con un itinerario
Lo sguardo di fede ci dice che davvero non manca nessuno! Lo sguardo di fede ci dice che davvero non manca nessuno! Mons. Luigi Mansi ha presieduto la Santa Messa Crismale
A ottobre le prime comunioni A ottobre le prime comunioni Il nuovo decreto sulle celebrazioni dei sacramenti firmato da Mons.Luigi Mansi della Diocesi di Andria
Le messe con il popolo, prima domenica Le messe con il popolo, prima domenica Le misure di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.