Enzo Princigalli
Enzo Princigalli
Vita di città

Trasferimento del corpo di Polizia Municipale

La replica del consigliere Princigalli

Torno sull'argomento del trasferimento degli Uffici della Polizia Municipale presso i locali adibiti ad Uffici Giudiziari del Giudice di Pace per replicare, tralasciando il tono inutilmente provocatorio del Consigliere Comunale 5 Stelle, nel merito del provvedimento. La Polizia Municipale con nota del 23 novembre 2017 aveva chiesto all'Amministrazione Comunale di riconsiderare il cambio di sede del Corpo in considerazione: - "Della inopportuna coabitazione con gli Uffici Giudiziari con conseguente accesso di pubblico che mina la riservatezza e l'ordinato svolgimento di delicati compiti (anche di Polizia Giudiziaria) e funzioni esercitate - Dell'impatto sulla viabilità in una zona già congestionata Dell'insufficienza degli spazi disponibili - Della mancanza di locali idonei utili per il deposito di attrezzature ed accessori necessari all'espletamento di servizi di viabilità e polizia stradale - Dell'insalubrità degli ambienti - Dell'importanza della presenza di un ufficio di polizia in zona periferica quale presidio e controllo del territorio in funzione deterrente - Della opportunità piuttosto di potenziare l'attuale struttura idonea, decorosa che negli anni ha dimostrato la piena fruibilità da parte di cittadini ed utenti L'amministrazione ha ritenuto di disattendere i legittimi e motivati rilievi della Polizia Municipale dando seguito ad una delibera della G.M. risalente al 16.12.2014, a suo dire, in ossequio ad un malinteso principio di continuità amministrativa, ritenendosi "mero esecutore di un progetto". Sostiene l'Amministrazione che sia doveroso dare esecuzione a quel deliberato anche per presunte ragioni di coerenza con l'avvenuto cospicuo impegno finanziario. Ma a ben vedere si tratta di una giustificazione fragile ove si consideri che dall'analisi dei costi sostenuti emerge che sono state effettuate spese per circa € 30.000 (le altre spese riguardano piazza Galluppi) destinate peraltro ad opere di manutenzione straordinaria (tinteggiature, tramezzature, vetrate, una porta blindata, bagni, rimozione amianto, ascensore, tapparelle, climatizzatori) tutte pienamente giustificate e compatibili con l'attuale e futura destinazione dell'immobile. Da tali emergenze inoppugnabili appare davvero incomprensibile l'atteggiamento di una Amministrazione che sembra voler a tutti i costi sperperare ulteriori € 6.000 per il trasloco ed alimentare una conflittualità con la Polizia Municipale della quale non si sentiva affatto il bisogno, in un crescendo che ha visto questa Amministrazione, impegnata solo su penalizzazioni previdenziali, privazione delle sim telefoniche e delle armi, e che vuole il Corpo svilito al mero compito di vessare i cittadini facendo più multe possibili. Intestardirsi nel voler concentrare il Corpo di Polizia Municipale nell'attuale Palazzo di Giustizia dove già convivono l'Ufficio del Giudice di Pace, l'Ufficio Contenzioso del Comune e la Sala Operativa della Polizia Municipale, è particolarmente irresponsabile oggi in concomitanza con il prossimo aumento della competenza del Giudice di Pace (fino al valore di 30.000 euro per le cause civili, 50.000 per infortunistica stradale, esecuzioni mobiliari, volontaria giurisdizione, cause condominiali e successioni) ed in presenza di un programma dell'attuale Governo che prevede il ripristino dei Tribunali periferici, con possibilità di candidare Canosa a sede di un Ufficio Giudiziario con competenza territoriale estesa a Minervino e Spinazzola. Mi attendo pertanto questa volta una risposta responsabile e coerente con le suesposte emergenze e conforme al principio di buon andamento, efficienza ed efficacia della pubblica amministrazione.
Enzo Princigalli - Consigliere comunale Gruppo Misto
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.