Carburante Benzina Diesel Prezzi
Carburante Benzina Diesel Prezzi
Territorio

Riduzione delle accise sui carburanti

Contenere il caro carburanti e ridurre la dipendenza dall'estero sui prodotti alimentari sono scelte strategiche per il Paese.

In un Paese come l'Italia dove l'85% delle merci per arrivare sugli scaffali viaggia su strada la riduzione dei prezzi di benzina e gasolio ha un effetto valanga sui costi delle imprese e sulla spesa di consumatori. E' quanto afferma la Coldiretti Puglia, in occasione della riduzione delle accise sui carburanti e quindi del loro prezzo di vendita prevista dall'entrata in vigore del decreto legge "Misure urgenti per contrastare gli effetti economici e umanitari della crisi Ucraina", dopo che in poche settimane il prezzo del gasolio agricolo era schizzato mediamente del 115% rispetto a prima dello scoppio della guerra. Con il credito di imposta del 20% per la riduzione del costo del gasolio per pesca ed agricoltura previsto dal decreto, la riduzione del costo del carburante si estende dal campo alla tavola in una situazione in cui per il balzo dei costi energetici l'agricoltura deve pagare una bolletta aggiuntiva di almeno 8 miliardi su base annua, rispetto all'anno precedente, che mette a rischio coltivazioni, allevamenti, e industria di trasformazione nazionale ma anche gli approvvigionamenti alimentari di 5,6 milioni di italiani che si trovano in una situazione di indigenza economica. Il caro gasolio ferma i trattori nelle campagne, spegne le serre di fiori e ortaggi e blocca i pescherecci italiani nei porti, aumentando la dipendenza dall'estero per l'importazione di prodotti alimentari. Il gasolio è necessario per le attività dei trattori che comprendono l'estirpatura, la rullatura, la semina, la concimazione e l'irrigazione dei terreni ma anche per le attività di pesca dove la metà dei costi che le aziende ittiche devono sostenere è rappresentata, infatti, proprio dal carburante. Senza dimenticare i costi per il riscaldamento delle serre per la produzione di ortaggi e fiori con la necessità di contenere i costi che rischia di far scomparire alcune delle produzioni più tipiche.

Contenere il caro carburanti e ridurre la dipendenza dall'estero sui prodotti alimentari sono scelte strategiche per il Paese. Anche la Puglia, come tutta l'Italia – sottolinea Coldiretti - deve puntare ad aumentare la propria produzione di cibo recuperando lo spazio fino a oggi occupato dalle importazioni che, come dimostrano gli avvenimenti degli ultimi anni, sono sempre più esposte a tensioni internazionali e di mercato che mettono a rischio la sovranità alimentare del Paese. La corsa dei prezzi dell'energia, dal gasolio all'elettricità dal gas alla benzina, pesa dai campi alle tavole, passando per logistica e trasporti, con i costi di lavorazione dei terreni cresciuti dal 25% al 100% in più per le normali operazioni nei campi come aratura, rullatura, erpicatura, raccolta e altre lavorazioni, una emergenza proprio alla vigilia delle semine primaverili per garantire la produzione di mais, girasole e soia per l'alimentazione degli animali mentre in autunno le lavorazioni serviranno per il grano duro per la pasta e quello tenero per la panificazione, in una situazione sugli scaffali arrivano i primi razionamenti per le difficoltà all'importazione derivate dalla guerra in Ucraina.

La produzione agricola e quella alimentare in Puglia assorbono oltre il 10,3% dei 5,578 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) all'anno dei consumi totali, con i rincari hanno dunque un impatto devastante sulla filiera, dal campo alla tavola, in un momento in cui con la pandemia da Covid si è aperto uno scenario di accaparramenti, speculazioni e aumenti dei prezzi di beni essenziali che deve spingere il Paese a difendere la propria sovranità alimentare.
  • Coldiretti Puglia
  • Ucraina
  • Guerra
  • Carburanti
Altri contenuti a tema
Puglia: Dimezzata la produzione delle pregiate ciliegie Ferrovia Puglia: Dimezzata la produzione delle pregiate ciliegie Ferrovia Verifiche in campo dei tecnici della Regione Puglia per la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale
L’enorme ‘patrimonio biodiverso’ della Puglia L’enorme ‘patrimonio biodiverso’ della Puglia Si celebra la Giornata mondiale della biodiversità
Puglia: I giovani agricoltori trainano l’innovazione in campagna Puglia: I giovani agricoltori trainano l’innovazione in campagna Scatta l’Oscar Green 2024 “Radici per il futuro”
Il consumo consapevole di cibo  contro gli sprechi alimentari Il consumo consapevole di cibo contro gli sprechi alimentari Il decalogo antispreco di Campagna Amica
Agriturismi, custodi del gusto e della biodiversità Agriturismi, custodi del gusto e della biodiversità Tutelano quotidianamente il Made in Italy agroalimentare
I cammini sono sicuramente la nuova frontiera del turismo lento I cammini sono sicuramente la nuova frontiera del turismo lento I pugliesi sono al terzo posto della classifica regionale dei viaggiatori lenti
Bonus Verde : Spinta Green per tutelare ambiente e salute Bonus Verde : Spinta Green per tutelare ambiente e salute Con i cambiamenti climatici è strategica la presenza e la gestione del verde
Festa della Mamma: Vincono  i fiori nelle scelte di regalo Festa della Mamma: Vincono i fiori nelle scelte di regalo I florovivaisti stanno resistendo all’aumento dei costi (+30%) con la diminuzione della produzione (-15%)
© 2005-2024 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.