Consigliere Enzo Princigalli
Vita di città

Qualcuno non la racconta giusta

Princigalli interviene sull’emergenza idrica nelle campagne

Sull'argomento dell'emergenza idrica, facendomi interprete delle preoccupazioni degli addetti al settore, ho allertato da mesi l'Amministrazione Comunale nel corso di diverse sedute del Consiglio Comunale, ricevendo rassicurazioni dal Sindaco sull'interessamento presso il Consorzio di Bonifica in modo da garantire un approvvigionamento adeguato alle esigenze colturali della corrente stagione. Il 7 giugno con un comunicato rassicurante, il Consigliere Regionale Ventola affermava che, a seguito del suo interessamento, "nelle prossime ore gli agricoltori che hanno i terreni nella piana di Loconia, potranno irrigare i propri campi, l'acqua sarà finalmente erogata dal Consorzio di Bonifica Terre d'Apulia". In particolare il Consigliere Ventola precisava che "gli invasi sono in condizione per poter fornire l'acqua a scopi irrigui" e che "l'Autorità di Bacino, organo preposto alla ripartizione dell'acqua ha definito la nuova distribuzione che consente al Consorzio di Bonifica di sbloccare la situazione". Sull'argomento gli ha fatto eco l'Assessore comunale Professor Lops evidenziando che "l'Amministrazione fin dal mese di marzo è al lavoro per scongiurare il ripetersi di quelle emergenze idriche che negli ultimi dieci anni hanno afflitto gli agricoltori dell'Agro di Loconia. Pertanto, occorre evidenziare che se oggi ci si trova nella condizione di poter garantire l'acqua per scopi irrigui non è solo 'grazie alla buona sorte', ma soprattutto per l'impegno dell'Amministrazione Comunale e in modo particolare dell'assessorato all'Agricoltura che da diversi mesi si sta adoperando per poter garantire e soddisfare le esigenze irrigue di tutti gli agricoltori" Dai suddetti comunicati parrebbe quindi che i nostri agricoltori possano finalmente stare tranquilli non importa se grazie al Consigliere Ventola o all'Assessore Lops. Senonchè ad ascoltare, com'è mia abitudine, i diretti interessati, le cose non starebbero proprio così.

Il Consorzio di Bonifica con un manifesto del 14.5.2018 comunicava che con delibera commissariale n. 229 (art.D) era stato disposto l'approvvigionamento idrico ed infatti l'acqua a Loconia è giunta il 4.6.2018. Ma il punto è che non basta annunciare l'arrivo dell'acqua se poi non è assicurata una pressione adeguata a raggiungere le aree irrigue dentro e fuori dal comprensorio. Gli agricoltori sono esasperati perché l'acqua, proveniente da Conza della Campania è stimata in circa 500 litri al secondo, mentre per il funzionamento degli impianti sarebbero necessari non meno di 1.200 litri al secondo. Sicchè ad oggi ampie zone del territorio di Loconia continuano a non essere approvvigionate o ad esserlo in misura del tutto insufficiente. Inoltre gli utenti sono costretti per formalizzare le domande e per ogni necessità, a raggiungere gli uffici collocati presso la Diga del Locone distante circa 20 km da Canosa a seguito della chiusura dell'Ufficio di Loconia. Parrebbe che con la istituzione di un ufficio a Canosa, secondo quanto riferito dall'Assessore Lops, almeno questo problema dovrebbe essere risolto sebbene limitatamente ai giorni ed agli orari di ricevimento. Verificheremo, anche se sarebbe auspicabile ripristinare l'ufficio periferico di Loconia, utile anche per l'effetto indiretto sulla rivitalizzazione della borgata. Un altro problema molto avvertito è quello della vigilanza. Il Consorzio sta realizzando nuove paratie con lucchetti e pozzetti che faciliteranno aperture e chiusure di mandata alle vasche e non vorremmo che diventino bersaglio dei soliti ignoti che stanno cannibalizzando le campagne distruggendo più di trecento contatori, numerose paratie e deviando l'acqua che si disperde nelle strade interpoderali. Nonostante le indagini nessuno è stato mai assicurato alla giustizia sicchè gli agricoltori chiedono una mobilitazione delle forze dell'ordine e della vigilanza campestre (In alcune realtà è stato mobilitato perfino l'esercito con ottimi risultati per la vigilanza sulle opere idrauliche). L'invito quindi, ancora una volta, è quello di, lasciar perdere la rivendicazione di risultati veri o presunti, e di ascoltare gli agricoltori per conoscere con cognizione di causa entità e natura dei loro problemi in modo da attrezzarsi per tutelarli adeguatamente invocando presso le Autorità e gli Enti coinvolti, provvedimenti realmente efficaci e risolutivi.
Enzo Princigalli - Consigliere comunale gruppo misto
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.