Compagnia "La Bisaccia" di Taranto
Eventi e cultura

Non è vero ma ci credo

In scena la Compagnia “La Bisaccia” di Taranto

Si avvia verso il gran finale la seconda edizione della rassegna teatrale dedicata a Raffaele Lembo(1868-1938) fondatore del Teatro divenuto Comunale di Canosa di Puglia(BT). "Ho lavorato e vissuto una vita modesta, il danaro mi fu mezzo di lavoro, non di benessere, né di godimento; mentre non ho pensato a costruirmi una casa lascio alla mia Canosa sacra un'opera degna della sua storia millenaria". La rassegna è stata organizzata dalla collaborazione tra la Compagnia Teatrale Teatro Nuovo, dalla Pro Loco di Canosa e dall'Amministrazione Comunale. Il 18 marzo prossimo torna a Canosa, la Compagnia "La Bisaccia" di Taranto che porta in scena la commedia "Non è vero ma ci credo" scritta da Peppino De Filippo nel 1942. La commedia parla del commendatore Gervasio Savastano tormentato dalla superstizione. I suoi affari non vanno bene e lui ritiene che la colpa sia di un suo impiegato, Belisario Malvurio, cui attribuisce un influsso malefico. Anche in famiglia ci sono problemi: sua figlia Rosina si è innamorata di un giovane impiegato, che il commendatore ritiene non all'altezza della ragazza. All'improvviso, però, la fortuna sembra ricordarsi del commendator Savastano; in azienda con l'arrivo di un giovane, Alberto Sammaria, gobbo, gli affari cominciano di colpo ad andar bene. Anche la figlia del commendatore sembra aver ritrovato la serenità, il giovane di cui era perdutamente innamorata è diventato un lontano ricordo. Tutto sembra filare liscio fino a quando Alberto Sammaria confessa al commendatore di essersi innamorato di Rosina e per questo motivo è costretto a dare le dimissioni. Il commendatore è disperato, ma troverà una soluzione: convincerà sua figlia a sposare Sammaria. Dopo un iniziale resistenza, la ragazza si convince, ma un incubo sconvolge i sogni del commendatore: che i suoi nipotini ereditino il difetto fisico di Sammaria. Il matrimonio si celebra, ma il commendatore non riesce ad allontanare i suoi timori e comunica ai ragazzi la sua intenzione di invalidare le nozze; ma a questo punto ci sarà il colpo di scena finale. Sul palcoscenico, la Compagnia "La Bisaccia" di Taranto diretta da Angelo Caracciolo, rappresenterà le conseguenze, in chiave esilarante del paradosso che spesso confonde l'apparenza e la sostanza. Da sempre cultrice della migliore tradizione drammaturgica partenopea, con la commedia di De Filippo, 'La Bisaccia' indagherà le fobie e le contraddizioni dell'animo umano, collegate con il culto esasperato della superstizione. La commedia avrà inizio alle ore 20.45 di domenica 18 marzo mentre i biglietti possono essere acquistati sia la sera stessa o nei prossimi giorni presso la biglietteria del Teatro Comunale "R.Lembo", dalle ore 18.30 alle ore 20.30 o prenotati telefonando alle utenze 327 4313799 – 3200121491, attive per ulteriori informazioni.
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.