Lenticchia di Altamura
Lenticchia di Altamura
Cronaca

Lenticchie IGP taroccate in commercio

I Carabinieri denunciano due imprenditori

I Carabinieri Forestali di Altamura denunciano due soggetti, titolari di altrettante aziende agricole, per frode in commercio. Nell'ambito dei controlli per la sicurezza dei prodotti agroalimentari, sulla corretta tracciabilità ed etichettatura degli stessi, i Carabinieri del Reparto Parco Nazionale Alta Murgia, hanno portato a termine una specifica attività a tutela dei prodotti locali, e precisamente della "Lenticchia di Altamura IGP". Sotto osservazione sono finite due aziende agricole altamurane che commercializzavano lenticchie riportanti la denominazione di "Lenticchia di Altamura" senza che le stesse aziende produttrici fossero iscritte nel consorzio della neo-nata "Lenticchia di Altamura IGP" e certificate a norma di legge dall'istituito "Consorzio di tutela e valorizzazione" riconosciuto dal Mipaaf. Le confezioni dell'alimento così descritte sono risultate in contrasto alla denominazione protetta "Lenticchia di Altamura IGP" - registrata e tutelata dalla U.E. contro qualsiasi usurpazione, imitazione o evocazione, anche se la denominazione protetta è accompagnata da espressioni quali «genere», «tipo», «metodo», «alla maniera», «imitazione» o simili. Infatti, l'uso di una denominazione similare a quella registrata dal marchio IGP consente di sfruttare, ai fini commerciali, la reputazione della denominazione ingannando di fatto il consumatore e danneggiando il consorzio. Per questo, due soggetti, nella loro qualità di imprenditori agricoli e titolari di altrettante aziende sono stati deferiti dai militari, diretti dal Capitano Giuliano Palomba, all'Autorità Giudiziari di Bari per frode nell'esercizio del commercio di prodotti alimentari.
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.