Processione della Madonna Desolata
Processione della Madonna Desolata
Religioni

La Processione della Desolata: un rituale davvero unico

Inizio alle ore 9 del Sabato Santo

La Settimana Santa canosina é una delle più ricche dal punto di vista degli eventi religiosi proposti e delle tradizioni che si rinnovano di anno in anno. In particolare la mattina del Sabato Santo quando viene portata per le vie cittadine il simulacro della Vergine Desolata accompagnato da un coro, diretto dal maestro Mimmo Masotina, composto quest'anno da 380 donne vestite di nero e col volto coperto che cantano l'Inno della Desolata, su testo poetico dello "Stabat Mater Dolorosa" scritto da Jacopone da Todi. In base alle fonti storiche del passato, la processione della Desolata veniva celebrata ed organizzata dalla Confraternita della Madonna del Rosario ma in seguito al bombardamento del 6 novembre 1943 che distrusse la Chiesa di S. Francesco e S. Biagio, la statua fu danneggiata gravemente. Nel 1953 venne rifatta da alcuni artisti leccesi a cura di un benefattore chiamato Giuseppe D'Elia. La Desolata é una delle pochissime processioni che si svolge di sabato mattina e ogni anno in occasione di questo evento, Canosa di Puglia "Città d'Arte e Cultura" viene invasa da moltissimi devoti e turisti oltre che da fotografi e giornalisti non solo locali ma provenienti dalle regioni limitrofe e anche dall'estero. Questa processione non é come le altre, é molto sentita, oltre ad essere commovente poiché ricorda Maria che piange Gesù ai piedi della croce. Al "corteo funebre" partecipano inoltre numerose bambine e bambini che vestiti da angioletti portano in mano gli strumenti della Passione di Cristo come i chiodi, le fruste, i dadi, la Corona di spine. La statua della Vergine Maria, vestita di nero è caratterizzata: dalle lacrime agli occhi, dalla mano che porta un fazzoletto bianco e nell'altra una corona di spine e una croce, dall'angelo vestito di bianco che accompagna il cammino di Maria e poi dal sepolcro con sopra la croce spoglia a significare la sepoltura di Gesù.

Nella giornata di Sabato Santo, 4 aprile 2015, la Processione della Desolata "…una tradizione, una realtà, una testimonianza di fede…", organizzata dalla Comunità Parrocchiale SS.Francesco e Biagio, dal Comitato Pro Desolata e dal parroco don Raffaele Biancolillo percorrerà il seguente itinerario a partire dalle ore 9,00 dalla Chiesa S. Francesco: Corso Gramsci, Via Diomede, Via E. Fieramosca, Piazza E. Fieramosca, Via Milano, Via Boccaccio, Via Libertà, Via Orazio, Via Sabina, Via Diomede, Via Trieste Trento, Piazza Martiri 23 Maggio, Piazza della Repubblica, Via Garibaldi, Via Piave, Via Savino di Bari, Piazza Imbriani, Via Imbriani, Piazza Terme, Via Petrarca, Via S.Lucia, Via Fogazzaro, Via Corsica, Via Kennedy, Piazza Vittorio Veneto, Corso S.Sabino, Piazza della Repubblica e ritorno nella Chiesa S.Francesco. Il simulacro sarà affiancato da addobbi floreali e sarà seguito dalle donne vestito di nero che cantando l'Inno della Desolata esprimeranno il loro dolore e il loro cordoglio. Questa processione é molto importante grazie anche ad uno dei canti popolari della Settimana Santa, tra i più belli e suggestivi di tutto il Sud Italia, che deve continuare ad essere tramandata perché occupa una parte significativa nel patrimonio religioso e culturale non solo della Puglia ma di tutta l'Italia.
Sabino Del Latte

La Redazione di Canosaweb si congratula con lo studente Sabino Del Latte al II anno del Liceo "E.Fermi" nella sezione C per lo spirito di iniziativa attraverso il suo elaborato teso a promuovere uno degli eventi religiosi più importanti della Settimana Santa canosina.
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.