La Gazzetta del Mezzogiorno
La Gazzetta del Mezzogiorno
Storia

La Gazzetta del Mezzogiorno rinasce

il presidente del Consiglio regionale, Mario Loizzo :"Complimenti agli “eroi”

"""La Gazzetta del Mezzogiorno esce dal tunnel dell'amministrazione giudiziaria: accogliamo tutti con un sospiro di sollievo la decisione della Corte d'Appello di Catania di dissequestrare i beni dell'editore""". Una buona notizia, per il presidente del Consiglio regionale della Puglia Mario Loizzo:"""In un momento difficile come mai per la Puglia e per il Paese, una notizia che restituisce fiducia nel futuro. Auguri alla Gazzetta, al direttore De Tomaso, alla redazione, a tutte le maestranze. E complimenti per aver affrontato e vinto una sfida coraggiosa, lottando ogni giorno per un lungo anno e mezzo, continuando a realizzare un quotidiano che in nessun modo ha mai perso qualità, intensità, verità, pluralità dell'informazione fornita ai lettori e a tutti. Chi non fosse al corrente della vicenda giudiziaria, leggendo la Gazzetta non avrebbe mai potuto notare che quei giornalisti lavoravano senza stipendio, con garanzie sommarie, senza una prospettiva certa per il futuro della testata, per il proprio futuro, per quello delle famiglie. Una condizione sospesa, oggettivamente difficile da affrontare, ma che ognuno di loro ha saputo superare con professionalità, dedizione, senso di responsabilità nei confronto della comunità da informare, dell'ampiezza delle opinioni da proporre, della verità dei fatti da rispettare.Concordo con la redazione del nostro storico quotidiano: l'auspicio è che il dissequestro ponga fine ad un incubo durato diciotto mesi. E grazie, di cuore, per l'esempio che avete dato. Il vostro lungo impegno, sostenuto dalla Federazione della Stampa e dall'Ordine dei giornalisti, dimostra a tutti che battendosi insieme per un obiettivo si può raggiungerlo. È quello che serve a tutti, in questi giorni. Ce la faremo!"""

La Corte d'Appello di Catania ha disposto il dissequestro di tutti i beni di Mario Ciancio Sanfilippo(editore de 'La Gazzetta del Mezzogiorno') e dei suoi familiari che era stato disposto dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale. Tra i beni interessati dal provvedimento, oltre a conti correnti e immobili, vi sono il quotidiano 'La Sicilia', la maggioranza delle quote de 'La Gazzetta del Mezzogiorno', due emittenti televisive regionali, 'Antenna Sicilia' e 'Telecolor' e la società che stampa quotidiani Etis.
  • La Gazzetta del Mezzogiorno
  • Mario Loizzo
Altri contenuti a tema
Esercizio provvisorio per "La Gazzetta del Mezzogiorno" Esercizio provvisorio per "La Gazzetta del Mezzogiorno" Dichiarato il fallimento di Edisud Spa e Mediterranea, società editrice e proprietaria della testata
La Gazzetta del Mezzogiorno è la nostra storia La Gazzetta del Mezzogiorno è la nostra storia Le dichiarazioni di Emiliano ed Abaterusso
La Gazzetta del Mezzogiorno : "Un patrimonio nazionale” La Gazzetta del Mezzogiorno : "Un patrimonio nazionale” La dichiarazione di Peppino Longo, vicepresidente del Consiglio della Regione Puglia
Uniti, non saremo mai soli di fronte alle mafie Uniti, non saremo mai soli di fronte alle mafie La dichiarazione di Loizzo per il 21 marzo "Giornata delle vittime innocenti di mafia"
Il tuo giornale non si ferma Il tuo giornale non si ferma La Gazzetta del Mezzogiorno propone un abbonamento mensile a prezzo scontato
Paolo Pinnelli nel Direttivo di Assostampa Puglia Paolo Pinnelli nel Direttivo di Assostampa Puglia Designato per il prossimo quadriennio
La Gazzetta del Mezzogiorno non è in edicola La Gazzetta del Mezzogiorno non è in edicola Per lo sciopero proclamato dai poligrafici
Saper distinguere la notizie vere dalle  fake news Saper distinguere la notizie vere dalle fake news Il giornalista Paolo Pinnelli al convegno del Rotary Club Canosa
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.