Farina
Farina
Territorio

La farina è il prodotto più acquistato al tempo di coronavirus

Coldiretti: "Privilegiare alimenti semplici alla base della dieta mediterranea"

Non si fermano gli agricoltori che continuano a lavorare in campagna e nelle cantine, gli allevatori nelle stalle, con tutta la filiera del Made in Italy impegnata a garantire continuità alle forniture di cibo e bevande alla popolazione. E' quanto emerge da una analisi di Coldiretti Puglia nel fare un bilancio dell'attività necessaria ad assicurare beni essenziali alla popolazione durante l'emergenza Coronavirus. L'approvvigionamento alimentare - sottolinea la Coldiretti - è assicurato in Puglia grazie al lavoro di oltre 100mila aziende agricole e stalle, più di 5mila imprese di lavorazione alimentare e una capillare rete di distribuzione tra negozi, supermercati, discount e mercati contadini di Campagna Amica, nonostante le preoccupazioni per la sicurezza, i vincoli, le difficoltà economiche e gli ostacoli oggettivi all'operatività, dalla ridotta disponibilità di manodopera ai blocchi alle frontiere per i trasporti con l'88% delle merci che in Italia viaggia su gomma. Un impegno quotidiano senza sosta che deve fare i conti con la chiusura di bar e ristoranti ma anche con un balzo degli acquisti delle famiglie in una situazione in cui con l'emergenza Coronavirus quasi 4 italiani su 10 (38%) hanno fatto scorte di prodotti alimentari e bevande per il timore ingiustificato di non trovali più disponibili sugli scaffali di negozi, supermercati e discount, secondo l'indagine Coldiretti/Ixe'.

Nonostante le difficoltà si sono moltiplicate anche le iniziative di solidarietà per garantire la consegna della spesa direttamente a domicilio nelle case soprattutto a favore di quanti anziani o contagiati non possono uscire dalle proprie abitazioni.. Si è infatti registrato un aumento dell11% degli italiani che hanno fatto la spesa on line e del 7% di quanti che hanno chiesto consegna a domicilio, secondo Coldiretti/Ixe' Sono cresciute del 25% le vendite di verdura e frutta in Puglia nei mercati contadini della regione con un aumento del 25% soprattutto di frutta e verdura, anche grazie ai servizi di ritiro e di domicilio organizzati dagli agricoltori per venire incontro ai limite di movimentazione dei consumatori dovute all'emergenza Coronavirus. "E' importante in Puglia è il ruolo degli agricoltori e dei mercati di Campagna Amica che garantiscono gli approvvigionamenti alimentari e mantengono vivo il tessuto produttivo locale con l'offerta dei prodotti del territorio a chilometri zero. Si è mobilitata anche la rete delle aziende di Campagna Amica, disposte a portare a casa dei consumatori olio, pasta e legumi a domicilio. "Chiediamo a supermercati, ipermercati e discount di privilegiare negli approvvigionamenti sugli scaffali le mozzarelle con il latte italiano al posto di quelle ottenute da cagliate straniere, salumi ottenuti con la carne dei nostri allevamenti, frutta e verdura nazionale ed extravergine Made in Italy al 100%", dice Savino Muraglia, presidente di Coldiretti Puglia.

Nei mercati al coperto di Campagna Amica a Brindisi e a Foggia sono state adottate tutte le precauzioni per garantire la sicurezza con la disponibilità di disinfettanti, l'invito a non toccare la merce e ingressi contingentati per evitare affollamenti ma anche iniziative per l'ordinazione e il ritiro della spesa al Mercato di Campagna Amica di Via della Repubblica 80 a Foggia e la consegna a domicilio della spesa da parte delle aziende agricole del Mercato di Campagna Amica di Via Appia 226 a Brindisi e dei mercati contadini di Piazza del Ferrarese a Bari e di Lecce di Piazza Bottazzi e Piazza Lodovico Ariosto, oltre agli agriturismi di Terranostra che consegnano pizze e piatti pronti a domicilio. "Il sistema agroalimentare è centrale per il Paese e va sostenuto adeguatamente con misure straordinarie per dare continuità alle attività produttiva che a partire dalle campagne e dalle stalle con gli animali non si può fermare, ma lo stesso sistema agroalimentare si è messo a disposizione del Paese attivando ogni iniziativa utile ad aiutare i cittadini in questo momento di difficoltà e nei prossimi giorni ancora tante saranno le soluzioni per garantire ai pugliesi il cibo giusto in sicurezza", aggiunge il presidente Muraglia.

Nelle due settimane successive si è verificato un boom degli acquisti al dettaglio con aperture anche nei giorni festivi e aumenti a due cifre per gli alimenti essenziali, con lunghe file davanti a negozi, supermercati, discount e mercati degli agricoltori che hanno in molti casi costretto addirittura ad intervenire le forze dell'ordine. La scelta – sottolinea la Coldiretti - è stata quella di privilegiare alimenti semplici alla base della dieta mediterranea con una grande attenzione però alla conservabilità che ha favorito gli acquisti di prodotti in scatola. Se la farina con un balzo dell'80% rispetto alla media del periodo è stata il prodotto più acquistato sul podio salgono anche – precisa la Coldiretti - carne in scatola con un aumento del 60% e i legumi in scatola con un balzo del 55%. A finire nel carrello della spesa degli italiani sono stati soprattutto nell'ordine – continua la Coldiretti - la pasta con un +51% e il riso con un +39% ma si registra una crescita del 39% anche per le conserve di pomodoro mentre le vendite dello zucchero salgono del 28%, quelle dell'olio da olive del +22, il pesce surgelato del 21% e il latte Uht del 20%, nel periodo dal 24 febbraio all'8 marzo, sulla base delle vendite del mondo Coop.

Dopo gli attacchi interessati che sono venuti dall'estero va segnalato che una particolare attenzione è stata anche riposta alla provenienza dei prodotti acquistati con un deciso orientamento a sostenere gli acquisti di prodotti Made in Italy per aiutare lavoro ed economia. Un obiettivo sostenuto secondo l'indagine Coldiretti/ixe' dalla grande maggioranza dei consumatori (82%) che è d'accordo sul fatto che in questa fase è importante acquistare prodotti italiani per tutelare una filiera agroalimentare che dal campo alla tavola garantisce all'Italia il primato nella qualità e nella sicurezza alimentare. Un obiettivo sostenuto dalla campagna #MangiaItaliano lanciata dalla Coldiretti alla quale stanno aderendo numerosi volti noti della televisione, del cinema, dello spettacolo, della musica, del giornalismo, della ricerca e della cultura.
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
Via libera UE a etichetta salva salumi "Made in Italy" Via libera UE a etichetta salva salumi "Made in Italy" Per smascherare l’inganno della carne straniera spacciata per italiana
Innovation Day per l’Agroalimentare 4.0 Innovation Day per l’Agroalimentare 4.0 Al centro del forum on line
Fiori e piante tricolore aiutano a vincere la paura Fiori e piante tricolore aiutano a vincere la paura Via libera alla vendita nei supermercati e vivai
Boom di frodi alimentari  a tavola Boom di frodi alimentari a tavola Al danno economico si aggiungono i rischi per la salute
Campagne in balia di gruppi della criminalità Campagne in balia di gruppi della criminalità Sfregiati 400 ulivi a Stornarella.
Dolcetto o  scherzetto con la zucca a km0. Dolcetto o scherzetto con la zucca a km0. In calo la produzione in Puglia, a causa del caldo
I legumi: dalle pignate ai consumatori I legumi: dalle pignate ai consumatori Nei Mercati di Campagna Amica il superfood della nonna
Cibo del contadino lungo i sentieri metropolitani Cibo del contadino lungo i sentieri metropolitani L'appuntamento di Coldiretti e Campagna Amica
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.