Caterina Cannati
Caterina Cannati
Eventi e cultura

Kataos al “Festival dell’Immagine”

Tra gli ospiti il critico Giorgio Grasso

Si sta svolgendo in questi giorni a Martina Franca(TA) il "Festival dell'Immagine", che chiuderà i battenti domenica 7 febbraio, con la mostra collettiva di dipinti, sculture, disegni e fotografie, nata nel 2010 dalla volontà di Tonio Cantore, responsabile del progetto. Questa edizione, organizzata dall'Associazione 'Riflessi d'Arte' e patrocinata dalla Regione Puglia, dal Comune di Martina Franca e dal FAI, si è rinnovata sempre nell'ottica di promuovere il territorio con una serie di eventi collaterali di richiamo ed interesse culturale: convegni, teatro, musica e workshop. Il Centro Servizi di Piazza D'Angiò a Martina Franca(TA) sta ospitando le opere realizzate per il "Festival dell'Immagine" da oltre 150 artisti, tra i quali la canosina Caterina Cannati, in arte Kataos, innamorata "dell'espressionismo che privilegia, esasperandolo, il lato emotivo della realtà rispetto a quello percepibile oggettivamente". Kataos è reduce dalle positive esperienze milanesi nell'anno di Expo', molto apprezzate dalla critica e dal pubblico le partecipazioni all'International Contemporary Art curata dal noto criticoe storico d'arte Giorgio Grasso e da Bosmat Niron, in una location incantevole come la storica sede della Centrale Idroelettrica Taccani di Trezzo sull'Adda e poi alla collettiva "L'Introspezione nell'Arte 2", a cura di Giorgio Grasso e Mattea Micello per la direzione scientifica. Nella valle dei trulli l'estrosa e poliedrica artista canosina sta proponendo due opere intitolate "L'albero della vita" e "Madre terra", dipinti molto espressivi ed intensi che "vanno letti oltre il colore, la forma, l'immagine. Tutto quello che trasmetto sulla tela è la mia emozione, la parte più profonda di me". Di sicuro non passano inosservate le opere di "Kataos", Caterina dal greco, che durante il percorso accademico "ho avuto modo di immergermi totalmente nell'arte dei grandi, imitandoli ma la svolta espressionistica della mia attuale pittura la devo a uno dei grandi Maestri delle avanguardie artistiche del 900: Amedeo Modigliani. Adoro la pittura espressionista perché coglie il lato più profondo dell'animo umano, non si ferma all'apparenza va oltre. È un particolare tipo di pittura che ha come scopo quello di non fermarsi all'occhio dell'osservatore ma giunge all'interno, dove la visione interagisce con la nostra sensibilità psicologica, suscitando un emozione. Il mio curatore alla Contemporary Art, Giorgio Grasso, sostiene che un opera d'arte si può definire tale quando è in grado di suscitare emozioni ed è quello che desidero anch'io attraverso la mia Arte." Un invito allettante per questo week end a Martina Franca, nella Valle dell'Itria per visitare la collettiva d'arte "Festival dell'Immagine" dedicato al tema "Gli ulivi in terra di Puglia" e conoscere da vicino i lavori pittorici della canosina Kataos, esposti in una manifestazione che sempre più si è ritagliata il suo spazio tra gli eventi più rinomati del Sud-Italia, dove l'arte è la protagonista assoluta.
Bartolo Carbone


Il programma del "Festival dell'Immagine", apertura dalle ore 9.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 23.00, ingresso libero e gratuito per tutti gli eventi.
Sabato 6 febbraio 2016:
- durante la mattinata ci sarà la visita alla mostra da parte degli alunni delle scuole;
- dalle ore 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,00, Workshop di 'Illustrazione fantasy e colorazione con markers copic sketc' curato dal fumettista Walter Trono;
- nel primo pomeriggio, l'Associazione 'Gli amici del vento' con Free Time organizza giochi di colore con aquiloni e droni;
- alle ore 19,00 lo spettacolo teatrale 'L'Ulivo solo' con Marco Fragnelli e Veronica Heltai, regia di Marco Fragnelli, testi di Antonio Galletta;
- alle ore 21.30, intrattenimento musicale con 'Lucy & Binario Swing' con la Scuola di musica Nota Bene di Martina Franca.
Domenica 7 febbraio:
- per tutta la giornata, l'Associazione 'Gli amici del vento' con Free Time organizza giochi di colore con aquiloni e droni;
- dalle ore 10,00 alle ore 13,00 si terrà il seminario di fotografia dal titolo 'Una storia fatta di attimi' curato dall'Associazione 'Circolo fotografico di Taranto', con approfondimenti sulla storia della fotografia attraverso le immagini e con le immagini;
- alle ore 17.15 , l'incontro con gli artisti alla presenza del critico e storico d'arte Giorgio Grasso.
- alle ore 19.30, coreografia 'Elaion' di Luciana Fumarola (danzano Luciana Fumarola, Roberta Ceppaglia, Daniele Nardelli, Domenico Maffei) a cura della Fondazione Paolo Grassi.
- alle ore 20.00, la cerimonia finale alla presenza delle autorità, degli artisti e del pubblico.
Cannati e GrassoMadre Terra  - KataosAlbero della Vita- Kataos
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.