Draghi a Bari
Draghi a Bari
Speciale

Investire nella scuola è un dovere civile

A Bari, il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi 

Prima tappa istituzionale al Sud del presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi che oggi è stato a Bari. Ha fatto visita alla sede della Masmec, azienda leader nel settore delle tecnologie di precisione, robotica e meccatronica, dall'automotive al biomedicale. Nel corso della visita presso lo stabilimento della Masmec a Modugno, il premier Draghi è stato accompagnato dal sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal presidente e dall'amministratore delegato della società Michele e Daniela Vinci.

"È una giornata molto importante perché stiamo presentando al Presidente del Consiglio Draghi, due realtà straordinarie: la Masmec, che è un'azienda che è cresciuta grazie al valore del suo leader e della sua famiglia, ma anche grazie al sostengo della Regione Puglia che negli ultimi dieci anni ha seguito l'azienda nella sua evoluzione tecnologica, che l'ha portata ad essere una delle più interessanti realtà d'Italia e forse d'Europa. E poi l'ITS. Gli ITS sono luoghi importantissimi nei quali la Regione Puglia ha investito più di 40 milioni di euro dando vita a ben 7 fondazioni che si collegano direttamente alle problematiche produttive delle aziende pugliesi nei vari settori, in particolare uno, il settore biomedico, che a sua volta si collega anche alla facoltà di Medicina che abbiamo aperto a Lecce che laureerà medici che sono ingegneri e ingegneri che sono anche medici. Un grande investimento collettivo che viene mostrato oggi al Presidente del Consiglio e che fa ben sperare per il sostegno che dovremo dare a tutto quello che abbiamo già realizzato grazie al PNRR". Ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano che ha accompagnato il premier Draghi alla Masmec cui ha fatto seguito la visita all'Istituto Tecnico Superiore Cuccovillo di Bari, una fondazione che collabora con numerose aziende e che vanta un placement degli alunni del 92%, a un anno dal termine dei corsi biennali ai quali si accede con il diploma della scuola superiore. Sono le stesse aziende a richiedere all'istituto di formare le figure professionali di cui hanno bisogno, mettendo a disposizione i propri tecnici. In particolare, l'Istituto Cuccovillo si occupa di formare esperti nel settore della Meccanica e della Meccatronica.


"Con voi prendo un impegno: dopo anni in cui l'Italia si è dimenticata di voi, le vostre aspirazioni e attese sono al centro dell'azione di governo", ha dichiarato il presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi rivolgendosi ai giovani studenti : "Investire nella scuola è un dovere civile e un atto di giustizia sociale. Un sistema educativo che non funziona alimenta le diseguaglianze, ostacola la mobilità e priva l'Italia di cittadini capaci e consapevoli. Dalla formazione non dipende solo il vostro futuro, ma quello di tutti noi. Le società più prospere sono quelle che preparano meglio i loro giovani a gestire i cambiamenti. Il Pnrr mette al centro voi e i vostri coetanei, - ha aggiunto il premier Draghi - per questo ho deciso di iniziare da qui un percorso che illustri il Pnrr. Investiamo un miliardo e mezzo di euro per dare ulteriore slancio alla riforma degli Istituti tecnici superiori. Intendiamo formare nuovi docenti e migliorare i laboratori che oggi utilizzano tecnologie 4.0. Le risorse messe a disposizione per il Sud oggi non hanno precedenti nella storia recente. Dobbiamo spendere bene questi soldi, con onestà e rapidità. La responsabilità è del Governo, ma anche dei Comuni e degli altri enti territoriali. I ritardi nella spesa, che per troppo tempo hanno colpito il Mezzogiorno, sono un ostacolo alla vostra libertà e una tassa sul vostro futuro. A voi giovani spetta il compito di trasformare l'Italia. Il nostro compito è mettervi nelle condizioni di farlo al meglio. Il vostro è cominciare a immaginare il Paese in cui vorrete vivere. Preparatevi a costruirlo, con passione, determinazione e - perché no - un pizzico di incoscienza. È nostro dovere abbattere i pregiudizi e gli ostacoli che ancora ostacolano il talento femminile. Una sfida che possiamo vincere solo se partiamo dalla scuola"
Draghi a Bari MasmecDraghi a Bari CuccovilloDraghi a Bari CuccovilloDraghi a Bari Cuccovillo
  • Emiliano
  • Bari
  • Presidente Mario Draghi
Altri contenuti a tema
Campagna vaccinale anticovid per i bambini 5-11 anni Campagna vaccinale anticovid per i bambini 5-11 anni Le dichiarazioni del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano
Puglia: Al via la terza dose per le Forze dell’Ordine Puglia: Al via la terza dose per le Forze dell’Ordine Si è riunito il coordinamento della rete oncologica per dare impulso alle somministrazioni
Si dimette l'assessore Bray Si dimette l'assessore Bray Emiliano terrà per sé in questa fase la delega alla Cultura
Puglia: terze dosi di vaccino per il personale universitario over 40 Puglia: terze dosi di vaccino per il personale universitario over 40 Emiliano: "E' un’arma formidabile che non ha rischi particolari"
Molestie sui luoghi di lavoro Molestie sui luoghi di lavoro L’assessore Stea presenta i risultati di un indagine della Regione Puglia
Verso il 24 novembre, giornata contro la violenza sulle donne Verso il 24 novembre, giornata contro la violenza sulle donne Gli appuntamenti del presidente Emiliano
Puglia: Al via la campagna dei richiami vaccinali per il personale scolastico Puglia: Al via la campagna dei richiami vaccinali per il personale scolastico Emiliano: “Gli insegnanti sono un modello da seguire”
Campagna vaccinale: Tre volte sicuri Campagna vaccinale: Tre volte sicuri Emiliano presenta la riorganizzazione a pieno regime di tutto il sistema vaccinale
© 2005-2021 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.