Don Nicola Caputo
Don Nicola Caputo
Religioni

Ho sempre sentito un'attrazione verso il Signore

Don Nicola Caputo al 13° anno di sacerdozio

La comunità parrocchiale di San Sabino, ieri sera si è riunita presso la Chiesa della Passione di Canosa di Puglia(BT) per celebrare il 13°anno di sacerdozio di Don Nicola Caputo, Vicario della Cattedrale e Consigliere Spirituale dell'Associazione Nazionale Cavalieri al Merito delle Repubblica Italiana - Sezione Territoriale BAT "Canusium". Alla Celebrazione Eucaristica, in una chiesa gremita di gente, nonostante la pioggia battente, ha partecipato don Raffaele Biancolillo, gioioso della crescita e della formazione del suo chierichetto "preferito" negli anni alla Chiesa del Carmine."Il Sacerdote è pastore della comunità, a immagine di Cristo, Buon Pastore, che offre la sua vita per la Chiesa". Don Nicola Caputo vive per essa: prega, studia, insegna, predica, opera, si prodiga quotidianamente senza risparmiarsi per i parrocchiani e per il ministero pastorale, per la diffusione del Vangelo della Chiesa in uscita come ha invitato Papa Francesco ad essere protagonisti di questa nuova tappa evangelizzatrice e a vivere questa esperienza. "Ordinato sacerdote il 17 dicembre 2005 nella Cattedrale di San Sabino per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di Mons Raffaele Calabro." - Esordisce cosi Don Nicola Caputo, commosso per il calore dei suoi parrocchiani e amici, intervenuti alla celebrazione eucaristica mentre prosegue nei suoi ricordi di vita ecclesiale - "Sin da bambino ho sempre sentito un'attrazione verso il Signore, come se una voce mi chiamasse continuamente. Con non poche difficoltà, sono entrato in seminario, ho studiato filosofia a Bologna presso l'Antoniano e la teologia presso la facoltà teologica dell'Italia Meridionale, sezione San Luigi a Posillipo, Napoli. Dal 2011 svolgo il mio ministero a Canosa e dal 2012 come vicario parrocchiale della Cattedrale San Sabino. Ringrazio il Signore per il dono del sacerdozio e per la grazia che ha messo nelle mie mani perché sia elargita copiosa al popolo santo di Dio. Consapevole delle mie fragilità, mi affido al Signore perché con lo Spirito di Fortezza tutto sia sempre superato. È lui il mio Signore, il mio Salvatore, il mio Dio, la mia vita, il mio tutto. Grazie Gesù!" Conclude don Nicola Caputo tra gli abbracci dei suoi familiari ed amici, al termine della celebrazione eucaristica che ha visto salire sull'altare, anche il Presidente ANCRI BAT "Canusium", Cavaliere Cosimo Sciannamea """Oggi la nostra Associazione Insigniti ANCRI è in festa per ringraziare il Signore per il dono del tuo sacerdozio e festeggiare insieme, per averti donato a noi!Grazie Don Nicola, perché quotidianamente doni la tua vita e il tuo sacerdozio per questa comunità. Ti auguriamo di crescere sempre più nell'intimità con Dio e nella relazione profonda d'amore con lui, in un incontro e in una relazione che porta ad accantonare sempre più il nostro io per far entrare sempre di più Lui e la sua grazia! Noi come Associazione siamo grati di averti come "Consigliere Spirituale", ti assicuriamo il nostro sostegno e la nostra preghiera.""" Un lungo applauso ha preceduto il momento più toccante ed emozionante della serata, con la deposizione da parte di Don Nicola Caputo di un mazzo di rose bianche, ben 13 una per ogni anno di sacerdozio in devozione e ringraziamento a Maria SS.Addolorata che ha concluso la cerimonia.

Foto a cura di Rossella Inguscio
17 dicembre 2005: Mons Raffaele Calabro e Don Nicola Caputo17 dicembre 2005: Mons Raffaele Calabro e Don Nicola CaputoDon Nicorda Caputo ricorda la Mamma e Mons. CalabroDon Raffaele e Don NicolaCanosa, 17 dicembre 2018  Don Nicola CaputoCanosa Chiesa Passionedon Nicola Caputo, Consigliere Spirituale A.N.C.R.I. Sezione  BAT "Canusium"Don Nicola  Caputo con i  Parrocchiani
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.