Scacchi
Scacchi
Amministrazioni ed Enti

Finale di scacchi: 11 Novembre al Centro Servizi Culturali piazza Vittorio Veneto

A Canosa i migliori scacchisti regionali. 100 i giovani canosini che negli ultimi anni si sono appassionati a questo gioco

Elezioni Regionali 2020
Finale di scacchi a Canosa: domenica 11 novembre al Centro Servizi Culturali e a piazza Vittorio Veneto

Si giocherà a Canosa nel Centro servizi culturali, la finale regionale del Campionato Italiano "Scacchi semi-lampo", promossa dalla Federazione Scacchistica Italiana e sostenuta dall'Assessorato allo Sport e Politiche giovanili del Comune di Canosa.
L'organizzazione logistica è stata affidata alla "ASD Barletta Scacchia Club", associazione che raduna gli appassionati di scacchi della provincia di Barletta-Andria-Trani, con la collaborazione della Pro Loco, della Dromos e della Fondazione Archeologica Canosina.

Domenica 11 novembre giungeranno a Canosa i migliori scacchisti regionali che, nel corso della mattinata e del pomeriggio, si sfideranno nel Centro Servizi Culturali sotto la direzione arbitrale di Michele Santeramo.
In piazza Vittorio Veneto, in contemporanea con lo svolgimento delle partite ufficiali, alcuni appassionati di scacchi, si sfideranno a scopo dimostrativo e promozionale.
Da mercoledì 7 novembre a sabato 10 novembre, dalle 16,00 alle 19,00, saranno organizzati dai maestri della Federazione scacchistica italiana alcuni corsi dimostrativi riservati agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e a quanti vogliano cimentarsi con questo gioco antichissimo, che si terranno sempre al Centro Servizi Culturali. Per ulteriori informazioni riguardanti il torneo ufficiale e per iscriversi ai corsi dimostrativi è utile consultare il sito www.barlettascacchi.it o telefonare al 348-5151733.

"Sono circa 100 i giovani canosini che negli ultimi anni si sono appassionati a questo gioco sotto l'occhio vigile ed appassionato del concittadino Sabino Palmieri che organizza corsi di formazione specifici per i giovani della città", ha sottolineato l'assessore allo Sport e Politiche giovanili, Giovanni Quinto.
Alcuni di questi, come Luca e Sabino Manfredi, rispettivamente di 12 e 10 anni, hanno intrapreso una brillante carriera agonistica, partecipando insieme a Daniel Capitano, Marcello Dimitrov e Francesco D'Alessandro ai campionati nazionali dei Gss (Giochi Studenteschi Scacchistici) e conseguendo brillanti risultati.

"Il gioco degli scacchi è uno dei giochi più popolari al mondo- ha dichiarato l'assessore Quinto –. E' un gioco da tavolo e di strategia che può essere svolto a casa, nei circoli dedicati, via internet o per corrispondenza, sia a livello ricreativo che agonistico. Sostenendo fortemente l'organizzazione di questa torneo vogliamo continuare nella nostra opera di valorizzazione degli sport minori che coinvolgono molti giovani appassionati. L'auspicio dell'Assessorato allo Sport è che grazie a questo torneo si possa costituire ufficialmente a Canosa una associazione scacchistica che coinvolga sempre più appassionati".

"Non possiamo perdere questa occasione- ha dichiarato il sindaco Ernesto La Salvia- sia perché abbiamo l'ambizione di far entrare la nostra città in nuovi circuiti sportivi e culturali, sia perché la presenza di tanti appassionati di scacchi a Canosa, ci consentirà di far apprezzare le nostre bellezze archeologiche a quanti giungeranno da altre città, anche grazie alla disponibilità della Pro Loco, della Fondazione Archeologica Canosina e della Dromos".

ufficio stampa
Scacchisti
© 2005-2020 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.