2017 Cinghiali
2017 Cinghiali
Territorio

Emergenza cinghiali e sicurezza degli ambulanti

Montaruli di UNIMPRESA ringrazia Cesare Troia

Il vicepresidente del Parco nazionale dell'Alta Murgia, l'andriese Cesare Troia, ha rendicontato l'esito del suo incontro avvenuto ieri mattina con il Prefetto della Provincia Barletta Andria Trani, dott. Emilio Dario Sensi, durante l'incontro serale tenutosi presso la sede di UNIMPRESA Bat in via Piave, ad Andria. L'incontro è stato definito dal Presidente Unimpresa Bat e Coordinatore CasAmbulanti Italia, Savino Montaruli, molto cordiale e soprattutto importantissimo dopo l'ennesimo episodio registrato appena una settimana fa sulla "strada della distruzione" tale è stata ridefinita la Corato-Altamura. In quella occasione un mezzo pesante di proprietà di un ambulante andriese che si recava nel mercato del sabato ad Altamura per la vendita di calzature, associato ad Unimpresa e CasAmbulanti, si è ribaltato subendo gravi danni alla struttura ma per fortuna danni lievi agli occupanti del furgone. A dare notizia dell'esito dell'incontro con il vicepresidente del parco Cesare Troia è il Presidente Savino Montaruli che ha dichiarato: "ho rivisto con immenso piacere il mio amico Cesare Troia con il quale abbiamo anche in passato condiviso battaglie a sostegno delle politiche ambientali del nostro territorio. Ho apprezzato moltissimo il suo desiderio di venire nei nostri uffici a riferire del suo incontro avuto in mattinata con il Prefetto della Bat. In verità, devo ammetterlo, è stato l'unico ad esprimere sentimento di vicinanza e di solidarietà per quanto continua ad accadere ai danni degli ambulanti, la maggior parte dei quali andriesi, che quotidianamente attraversano le strade maledette che portano a Gravina, ad Altamura, a Matera ed a tutti quei mercati che si svolgono anche in Basilicata e che subiscono danni, aggressioni, rapine, sequestri di persona. Nessun altro, né politico, né burocrate, né sindacalista o altro soggetto del territorio ha espresso una sola parola di solidarietà né su quest'ultimo né sui precedenti episodi che hanno visto coinvolti sempre ambulanti andriesi. Di questo me ne dolgo anche se, in verità, non ne sentiamo neppure la mancanza visto il livello di interlocuzione con simili soggetti ma mi vergogno per la dignità della nostra città e della qualificazione infima del suo livello istituzionale e culturale. Cesare, invece, è stato puntuale e preciso e questo va sottolineato e gli va riconosciuto. Ci ha riferito che il Prefetto della Bat ha assunto degli impegni dopo l'approfondita analisi del vicepresidente. Ora auspichiamo che gli impegni assunti dopo le proposte condivise presentate dal vicepresidente Troia, si concretizzino perché fino ad ora le promesse e gli impegni, soprattutto in materia di prevenzione, sono stati tutti disattesi, profondamente e quasi totalmente disattesi. Si è parlato di installazione di gabbie di grandi dimensioni, l'apposizione di cartelli per interdire l'accesso affinché le operazioni di cattura possano svolgersi nel modo più tranquillo e sicuro possibile, l'apposizione di limiti di velocità, indicatori luminosi e tutti gli strumenti che avvisino del pericolo sulle strade. Il prossimo incontro sarà con il Prefetto di Bari Marilisa Magno alla quale sia Unimpresa che CasAmbulanti hanno da tempo inviato note informative e richieste di assunzione di provvedimenti urgenti che evitino quel peggio che si è sempre sfiorato e che forse potrebbe essere il momento in cui leggere o ascoltare qualche parola di solidarietà da parte delle istituzioni dormienti e delle autorità politiche e amministrative locali, tutte impegnate e concentrate sul nulla e sulla salvaguardia e difesa delle loro personali posizioni di potere, fregandosene di ciò che accade sulle strade e per le nostre strade ai danni dei loro concittadini e commercianti" – ha duramente concluso Montaruli.
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.