Espianto multi organi
Espianto multi organi
Cronaca

Donazione di organi all'ospedale Bonomo

Narracci: "Atto di amore supremo"

Tra il 18 e il 19 aprile scorsi un uomo di 68 anni di Trani, finanziere in pensione, colpito da emorragia cerebrale, ha donato cornee, fegato e reni. Le cornee, prelevate dal dottor Massari dell'equipe del Bonomo, saranno depositate presso la Banca degli occhi di Mestre mentre gli altri organi sono stati trapiantati presso il Policlinico di Bari. A intervenire è stato il gruppo di lavoro dell'ospedale di Andria(BT), diretto dal dottor Giuseppe Vitobello. "Sentiamo il dolore della famiglia per la perdita subita - ha dichiarato Ottavio Narracci, Direttore Generale Asl Bt - ma non possiamo non essere grati alla moglie e ai figli per aver dato il consenso alla donazione che è atto di amore supremo". La donazione di organi, tessuti e cellule è un gesto di grandissima solidarietà, altruismo e generosità, grazie al quale ogni anno migliaia di persone italiane colpite da gravi e irreversibili malattie degli organi, tessuti o cellule, iscritti nelle liste di attesa, possono essere curate con il trapianto. La donazione può avvenire sia da donatore cadavere, nella maggior parte dei casi, sia da donatore vivente. La donazione da donatore vivente rappresenta una valida opportunità aggiuntiva e non sostitutiva della donazione da cadavere per organi e tessuti, mentre per la donazione di cellule staminali emopoietiche rappresenta l'unica opzione. Tessuti e cellule vengono processati, conservati e distribuiti per trapianto tramite apposite banche che sono le uniche strutture autorizzate a conservare e distribuire questi prodotti biologici sul territorio italiano. In tutti i casi la disciplina è regolamentata da norme e provvedimenti nazionali e europei.
    © 2005-2017 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.