Parco Tufarelle
Parco Tufarelle
Vita di città

Discarica Tufarelle e il "fattore di pressione"

Una mozione del M5S

Una possibile soluzione all'annoso problema di Contrada Tufarelle potrebbe venire, dalla introduzione nel redigendo piano regionale dei rifiuti, del "fattore di pressione". In pratica si tratta di inserire tra i criteri di localizzazione degli impianti per il trattamento dei rifiuti, o meglio delle discariche, un indice massimo di metri cubi di rifiuti abbancabili per kilometro quadrato, ad esempio,160 mila per la Regione Lombardia che lo ha inserito nel suo piano regionale al pari della Calabria. Ciò in sintesi, eviterebbe di creare delle situazioni di eccessivo carico ambientale in porzioni ridotte di territorio, così come accaduto "alla nostra contrada Tufarelle, dove come sappiamo, insistono tre impianti di trattamento e stoccaggio di rifiuti con una quantità, ad oggi, di oltre 2 milioni di metri cubi, in una striscia di terra di circa 1 km quadrato". In ragione di queste considerazioni "il nostro consigliere regionale Tony Trevisi ha presentato una mozione che impegna il Presidente e la Giunta Regionale ad inserire tale fattore nel piano regionale dei rifiuti e quindi a stabilirne il valore di soglia". Nelle prossime settimane la mozione dovrebbe essere calendarizzata, per essere discussa in Consiglio Regionale. "L'auspicio è che le forze politiche del nostro territorio possano sostenere questa mozione che se approvata, potrebbe davvero mettere la parola fine alla localizzazione futura, di discariche in contrada Tufarelle".
Gruppo Attivisti M5S
Contrada Tufarelle
    © 2005-2018 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.