Incendio
Incendio
Cronaca

Altre due auto incendiate

Interviene il sindaco Morra

In merito all' ultimo incendio di due autovetture avvenuto la scorsa notte in via Balilla, interviene il sindaco di Canosa Roberto Morra che ha avuto un colloquio telefonico con il Dirigente del locale Commissariato di P. S., dottor Raffaele Fiantanese. "Nel corso della conversazione il dottor Fiantanese mi ha spiegato che l'incendio di questa notte è stato causato, molto probabilmente, dalle sterpaglie che hanno preso fuoco, per ragioni non ancora del tutto chiarite su cui si sta indagando, e che il propagarsi delle fiamme ha coinvolto le auto parcheggiate in quell'area". Esordisce così il primo cittadino di Canosa a margine del colloquio telefonico intercorso sull'ennesimo incendio: "Inoltre il Dirigente del Commissariato di Canosa mi ha comunicato - prosegue Morra - che gli autori degli incendi di autovetture avvenuti nelle scorse settimane sono stati identificati anche grazie all'ausilio del nostro sistema di video sorveglianza che copre la città e che è stato oggetto di revisione nelle ultime settimane. Stando alle informazioni assunte, sembrerebbe che gli incendi siano da ascrivere a fatti derivanti da dissidi di natura personale tra gli autori degli incendi e i proprietari delle vetture. Oggi grazie all'impianto di video sorveglianza sono stati individuati anche gli autori del furto di alcune autovetture avvenuto nei giorni scorsi". Il sindaco Morra conclude : " Questo è un segnale importante che evidenzia come la collaborazione tra il Corpo di Polizia Locale e gli uomini del Commissariato di P. S. di Canosa nella gestione e utilizzo della nostra sala operativa stia dando i risultati sperati in tema di sicurezza e presidio della città.Mi auguro che questo rappresenti un deterrente affinché episodi simili diventino sempre più isolati permettendo ai nostri concittadini di poter percepire una maggior sicurezza".
    © 2005-2019 CanosaWeb è un portale gestito da 3CPower srl Partita iva 07161380725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    CanosaWeb funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.